rotate-mobile
Mestre Chirignago / Via Forte Gazzera

Il suicidio del giovane alla Gazzera: momento di preghiera giovedì sera in parrocchia

Tanti i giovani che ricorderanno il loro compagno e amico ventenne che mercoledì si è tolto la vita. La comunità è sotto shock. Due anni fa un altro ragazzo fu vittima di un gesto estremo

Era uno di loro. Uno che non si tirava mai indietro, sempre pronto a dare una mano per le piccole o grandi esigenze della comunità e della parrocchia. Per questo a 24 ore dalla tragedia della Gazzera, dove un ventenne si è tolto la vita in un'area verde vicina al Forte, non si stemperano i tributi per la giovane vittima. Anzi, il suo ricordo è più vivo che mai tra i compagni di classe del liceo di Asseggiano che frequentava.

Giovedì nella chiesa della parrocchia della Gazzera è stato organizzato un momento di preghiera e di riflessione. Saranno in tanti, tra i giovani del quartiere, a voler salutare in questo modo il loro amico e compagno. L'eco della tragedia in poche ore ha raggiunto tutta la città: il giovane con ogni probabilità temeva gli scrutini di fine anno scolastico. Temeva una bocciatura. Mercoledì, poi, la decisione di farla finita, mandando un messaggio "preoccupante" alla fidanzata.

Sul posto sono intervenute le volanti della polizia, oltre che il medico legale. Non sembrano esserci dubbi sul fatto che si sia trattato di un gesto estremo. La Gazzera è sotto shock, anche perché questo episodio fa tornare alla mente una vicenda simile di due anni fa, quando un 16enne si lasciò cadere dall'acquedotto. Anche in quel caso tanti punti interrogativi destinati difficilmente ad avere risposta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il suicidio del giovane alla Gazzera: momento di preghiera giovedì sera in parrocchia

VeneziaToday è in caricamento