menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ALTRA RAPINA Tabaccaia fermata in via Cappuccina e derubata

A poche ore dal colpo sventato da un tabaccaio di Chirignago una donna è stata costretta a consegnare i 7mila euro che stava portando in banca

L'ha aggredita alle spalle. Intimandole di non voltarsi e di consegnare la busta che aveva in mano. A poche ore dalla rapina sventata dalla reazione coraggiosa (ma anche in parte incosciente) di un tabaccaio di Chirignago, lunedì mattina è andato in scena un altro colpo simile. Stavolta portato a termine. Sempre una tabaccaia nel mirino dei delinquenti, che forse tenevano d'occhio quell'esercizio del centro mestrino. Poi la decisione di entrare in azione.

POCHE ORE PRIMA RAPINATORE MESSO IN FUGA

Come riporta il Gazzettino, la vittima, 64 anni, è stata bloccata in via Cappuccina. I ladri sapevano che stava per andare a depositare l'incasso in banca. Con accento straniero, l'intimazione di non voltarsi a guardare e di limitarsi a consegnare i soldi. Così la signora ha fatto. Non aveva scelta.

Poi, una volta ottenuto l'oggetto del desiderio, il ladro se n'è andato per le vie limitrofe. Facendo perdere le sue tracce. Forse ad attenderlo un complice in auto, per ridurre al minimo le possibilità di essere inseguito. La derubata ha quindi denunciato la rapina ai carabinieri, che ora sperano di raccogliere qualche indizio utile dalle telecamere di sorveglianza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento