menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tensione al canile di San Giuliano, animalisti bloccano il trasferimento degli animali

Martedì alcuni manifestanti hanno dato vita a una sorta di "resiistenza passiva" per evitare l'avvio delle operazioni. Mercoledì pomeriggio riunione della V commissione sul tema

Quei cani non si devono spostare da lì. O almeno non a 40 chilometri di distanza. Pomeriggio caratterizzato da una certa tensione quello di martedì al canile di San Giuliano, quando un gruppo di animalisti rappresentanti di alcune associazioni del territorio si è dato appuntamento alla struttura per bloccare l'inizio delle operazioni che dovrebbero portare al trasferimento dei cani ospitati nel canile a Musile di Piave.

Come previsto verso le 14 si è presentato al canile un agente di polizia locale, assieme a una funzionaria di Ca' Farsetti e alcuni rappresentanti dell'associazione che gestisce il canile di Musile. I piani, però, sono saltati a causa dell'azione di alcuni volontari che, grazie anche al tam tam sui social network, si sono schierati davanti alla struttura. Una sorta di "resistenza passiva" che non è sfociata per nulla in comportamenti aggressivi o altro.

Fatto sta che questa mossa è stata sufficiente a bloccare il trasferimento. Anche se naturalmente si trattava solo del primo round. Intanto coloro che si oppongono a questa scelta di Ca' Farsetti si sono dati appuntamento a mercoledì pomeriggio al municipio di via Palazzo a Mestre, dove è prevista una riunione della V commissione alle 15.30 proprio sul tema. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento