Domenica, 17 Ottobre 2021
Mestre Zelarino / Via Terraglio

Tensione sull'autobus 8E, interviene la polizia

È successo martedì sera, il mezzo viaggiava da piazzale Cialdini verso Treviso in ritardo e una donna ha iniziato a inveire contro l'autista finché la corsa non è stata fermata. «Episodi continui»

Lunedì un autista aveva dovuto fermare il 6E, diretto verso piazzale Roma da Zelarino, per la tensione scoppiata a bordo del bus stracarico di gente, tra le 8 e le 9 del mattino. Quindi l'intervento dei carabinieri ha riportato la situazione alla normalità oltre poi all'arrivo di un mezzo di rinforzo a caricare parte dei passeggeri a bordo. Martedì sera invece un conducente ha fermato l'8E, delle 19.15, partito da piazzale Cialdini a Mestre in ritardo, e diretto a Treviso. 

Una donna salita sul Terraglio ha iniziato a inveire contro l'autista per via dei minuti trascorsi ad attendere la corsa, continuando ripetutamente a scaricare la rabbia rivolgendogli frasi pesanti. La passeggera non avrebbe smesso neppure di fronte alla richiesta esplicita dell'autista di non disturbare la guida, ma lei avrebbe continuato fino a quando lui non ha deciso, all'altezza di Villa Salus, di fermare il mezzo, non essendo più in grado di concentrarsi, e di chiamare la polizia. Gli agenti intervenuti sul posto hanno allora fatto scendere la signora dal mezzo chiedendo al conducente di riprendere pure la marcia. Il mezzo è ripartito dopo circa un quarto d'ora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione sull'autobus 8E, interviene la polizia

VeneziaToday è in caricamento