menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guasto al quadro elettrico Enel, il tram resta paralizzato per otto ore

Ancora problemi per il "siluro rosso" che proprio in questi giorni sta facendo le prove per arrivare anche a Marghera. Tra venerdì e sabato blocco programmato

Uno scoppio, una spirale di fumo e il tram torna in deposito per quasi otto ore: giovedì il “siluro rosso” di Mestre ha subito l'ennesimo stop, questa volta a causa di un guasto in una cabina elettrica Enel. In campo sono, ovviamente, scesi gli autobus sostitutivi di Actv, che hanno coperto il percorso dei convogli dalle 10 del mattino, ora del blocco, fino alle 17.30, quando le rotaie hanno ripreso a funzionare. Come riportano i quotidiani locali, poi, un'altra sospensione del servizio è attesa tra venerdì e sabato, ma questa volta si tratterà di un fermo programmato.

CORTO CIRCUITO – Il guaio di giovedì ha avuto origine intorno alle 9.30, in viale San Marco, nella sottostazione elettrica alimentata appunto dalla centralina Enel. Sono stati proprio i passanti della zona, per primi, a lanciare l'allarme dopo aver sentito il colpo e aver visto, subito dopo, del denso fumo nero alzarsi dai quadri elettrici. Sul posto sono quindi arrivati i vigili del fuoco e i tecnici Enel, che hanno chiesto a Pmv di far rientrare i tram in deposito per poter lavorare sul guasto senza pericoli. Sono quindi spariti dalla circolazione sia tutti i convogli che coprivano il tratto tra Favaro e via Sernaglia, sia gli altri nove impegnati nelle corse di pre esercizio fino al Panorama, a Marghera. Gli specialisti dell'azienda elettrica hanno dato luce verde ai tram solo alle 17.30.

NUOVO FERMO – Intanto anche venerdì sera il “siluro rosso” tornerà a riposare: niente guasti, questa volta, ma solo manutenzione di routine; fino alle 7 di sabato mattina, infatti, gli operai di Pmv dovranno ripulire con gli idranti il sottopasso che collega via Cappuccina a Rampa Rizzardi, e ovviamente non sarà possibile mantenere attiva la linea elettrificata nel mentre. In realtà l'intervento avrebbe dovuto prendere più tempo, e durare almeno fino alle 12, ma dall'azienda è arrivata la comunicazione che annunciava un'importante “accelerata”. Tutto in attesa del 27 e 28 agosto, quando arriverà la commissione ministeriale per decidere se concedere finalmente il via libera alle corse fino alla città giardino.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento