rotate-mobile
Mestre Mestre Centro

Mestre, il ritorno del tram "costerà" più di un milione di euro di danni

Secondo l'assessore alla Mobilità Ugo Bergamo e il presidente di Pmv Antonio Stifanelli a pagare saranno le imprese costruttrici. Il ritorno in funzione del siluro rosso il 14 gennaio

L'inizio del 2013 porterà in regalo il "ritorno" del tram a Mestre, che dovrebbe tornare a circolare il 14 gennaio. Dall'incidente del 2 ottobre scorso vicino a piazza Barche sono passati ormai due mesi e mezzo e le operazioni di sostituzione dei circa 600 giunti in kevlar con quelli in parafin, di tipo ferroviario e già utilizzati per il mezzo gemello di Padova, dovrebbero concludersi entro Natale.

Martedì riunione dell'Ustif (Ufficio speciale trasporti e impianti fissi), ufficio territoriale del ministero dei Trasporti, che ha richiesto ulteriore documentazione all'Ati, il consorzio di imprese che ha costruito il tram. Poi, dopo le prove in notturna tra il 27 e 31 dicembre, dovrebbe tornare alla normalità. Ma chi pagherà per il danno? E soprattutto quanto?

Come riporta La Nuova Venezia, l'assessore alla Mobilità Ugo Bergamo e il presidente di Pmv Antonio Stifanelli, in sopralluogo nel cantiere del tram tra Mestre e Marghera, hanno messo in chiaro che saranno le imprese costruttrici e che il risarcimento sarà superiore al milione di euro. Più i danni d'immagine.

"L'ODISSEA" DEL TRAM

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mestre, il ritorno del tram "costerà" più di un milione di euro di danni

VeneziaToday è in caricamento