menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Christian Scarpa

Foto Christian Scarpa

Improvvisa rottura di una grossa tubatura dell'acquedotto, mezza Mestre senz'acqua

Il guasto in viale San Marco. Allagata la zona di San Giuliano dalle 19.30 di mercoledì in poi. Diverse le telefonate ai vigili del fuoco di famiglie in difficoltà. Tecnici di Veritas al lavoro

Le immagini parlano da sole. Pesanti disagi per decine e decine di famiglie dalle 19.30 di mercoledì nel momento in cui una tubatura principale dell'acquedotto è scoppiata in corrispondenza di viale San Marco a Mestre. Risultato: l'intera zona circostante, compresa San Giuliano, si è subito allagata. Più di dieci centimetri d'acqua. Ma soprattutto i centralini dei numeri di emergenza sono stati tempestati di telefonate di residenti che di punto in bianco non hanno più avuto l'acqua corrente in casa. I pompieri hanno ricevuto telefonate da Mestre e Marghera, ma problemi ci sono stati anche a Carpenedo, Chirignago, Altobello.

TECNICI AL LAVORO TUTTA LA NOTTE: "ACQUA POTABILE"

A finire ko è stato un tubo da 600 millimetri, quindi uno dei principali, posato negli anni Sessanta. In alcune abitazioni l'acqua corrente era proprio sparita, in altre invece la pressione è stata minima a lungo. Alle 21 cittadini hanno segnalato un "ritorno" dell'acqua in viale San Marco e in zona stazione. Bissuola era ancora ko invece. La situazione era destinata a evolversi a macchia di leopardo fino alla riparazione del guasto. Alle 21.20 il sindaco Brugnaro ha annunciato su Twitter: "Tubo isolato, pressione in risalita. Nel giro di mezz'ora più nessuno senza acqua". A stretto giro di posta anche una nota di Veritas: "A Mestre l'acqua è tornata, i tecnici hanno isolato il guasto e lavoreranno tutta la notte per riparare la condotta. Il tram viaggia regolare". In pratica gli operatori hanno posizionato un bypass in modo da riuscire di nuovo a erogare il servizio.

Sul posto da poco dopo le 19 la polizia municipale per cercare di gestire la situazione, anche in fatto di viabilità. Alle 20.10 si transitava, ma con estrema cautela vista la mole d'acqua che si è riversata sull'asfalto. Il servizio del tram in un primo momento era stato sospeso, poi è ripartito. I tecnici di Veritas erano già al lavoro per mettere a punto un bypass in grado di aggirare il problema, per poi riparare il tubo. Inutile sottolineare che finché il guasto non verrà riparato i disagi saranno molto pesanti, sia sotto il profilo della circolazione stradale (e dei mezzi pubblici), sia sotto quello delle utente domestiche.


"In viale San Marco rottura di un tubo dell'acqua - aveva scritto in un tweet il sindaco, Luigi Brugnaro - Togliamo pressione all'acquedotto per riparare. Grazie a tutti gli operatori sul posto". Il Comune ha istituito il codice giallo per informare la popolazione sul sito istituzionale di Ca' Farsetti. La stessa operazione di qualche giorno fa, quando una fuga di gas da una tubatura in via Miranese decretò il blocco della circolazione per circa 72 ore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento