rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Mestre

Ubriaco fradicio, si mette a camminare sull'impalcatura del pronto soccorso

Intervento della polizia giovedì pomeriggio nella struttura sanitaria mestrina. Un paziente 30enne, ricoverato, ha alzato troppo il gomito. Il timore era che volesse buttarsi giù

Completamente ubriaco sale sull'impalcatura dell'ospedale dell'Angelo di Mestre e causa un certo trambusto giovedì pomeriggio, tanto che sono state costrette a intervenire anche le volanti della polizia. Il protagonista del fuori programma è stato un paziente romeno che ha alzato troppo il gomito e il timore era che potesse trattarsi di una persona che voleva togliersi la vita nella zona del pronto soccorso.

Allarme lanciato dalle guardie giurate

A lanciare l'allarme, preoccupate che il 30enne volesse lanciarsi nel vuoto, sono state le guardie giurate dell'ospedale, che hanno composto il 113. In pochi minuti gli agenti sono giunti sul posto e hanno cercato di riportare a più miti consigli l'esagitato. In verità quest'ultimo non aveva alcuna intenzione di togliersi la vita. Aveva semplicemente bevuto troppo, decidendo di farsi una "passeggiata" sull'impalcatura. Accompagnato all'interno della struttura sanitaria, al 30enne è stata somministrata una dose di calmante, tornando in sé. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco fradicio, si mette a camminare sull'impalcatura del pronto soccorso

VeneziaToday è in caricamento