menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Ulss 12 insegna ai cittadini a salvare vite: corso coi defibrillatori

Appuntamento giovedì 25 giugno dalle 18.45 nell'aula magna del centro Le Grazie in via Poerio, per una serata di formazione sul primo soccorso

I cittadini possono essere “sentinelle” della salute, alleati del SUEM118 anche grazie ai defibrillatori diffusi. Con questa convinzione, l’Ulss 12 veneziana dialoga con la cittadinanza e la coinvolge nella “catena della sopravvivenza”, attraverso la formazione e l’informazione sull’uso dei DAE: “Nell’emergenza, di fronte ad un malore, ad un incidente, ad un fatto traumatico – spiega il direttore dell’Ulss 12 Giuseppe Dal Ben – ciascuno di noi può svolgere un ruolo di fondamentale importanza: sapere come reagire, come intervenire ci permette di salvare una vita. Un cittadino attento è come una sentinella, un braccio in più che opera in caso di emergenza. E  tutto questo è ancora più vero in una città come la nostra, dove una fitta rete di dispositivi salvavita, i defibrillatori, è stata stesa a protezione della salute pubblica”.  

Per preparare i cittadini al primo soccorso l’Ulss 12 organizza numerosi momenti formativi. E propone, per giovedì 25 giugno alle 18.15, l’incontro “Con il primo soccorso puoi salvare una vita”. La giornata dedicata al tema del primo soccorso è la decima organizzata dall’Ulss 12, e si tiene nell’aula magna del centro Le Grazie in via Poerio. Saranno presenti il direttore del Suem 118 Paolo Caputo, il direttore del Dipartimento di Prevenzione, Rocco Sciarrone, il primario del Pronto Soccorso Michele Alzetta e il primario di Cardiologia Giuseppe Grassi. Spiegheranno le regole del primo soccorso da praticare sui bambini e sugli adulti, con tecniche semplici ed efficaci, ma anche sulla strada o al lavoro, prima e in attesa dell’intervento dei professionisti del soccorso.

Uno sguardo particolare sarà dedicato ai defibrillatori: “I tanti DAE collocati a Venezia, a Mestre e nelle altre località della nostra Ulss – spiega il direttore Dal Ben – sono strumenti preziosissimi, ed hanno già ripetutamente salvato la vita a cittadini e a turisti. È fondamentale che i cittadini sappiano che ci sono, dove sono, e che in un caso drammatico possono essere usati anche da chi non ha seguito il corso di formazione, perché ‘parlano’ e forniscono le istruzioni a chi li usa, e perché regolano da soli il proprio funzionamento. Ma è altrettanto importante che ogni cittadino si senta anello di una catena, sappia come opera il SUEM118, come farlo intervenire, come supportarne il lavoro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'Rt in Veneto sale a 0,91, le richieste di Zaia oggi al Governo

  • Cronaca

    Altino, le indagini di Ca' Foscari svelano un porto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento