menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Moglie al bar con l'amante, marito lo scaraventa contro la vetrina

Furioso litigio martedì sera a Favaro. Un senegalese all'ospedale: "Aveva la felpa sporca di sangue". Il ferito ha rincorso il rivale col coltello

"L'ho visto urlare di chiamare un'ambulanza, aveva la felpa tutta sporca di sangue". Trambusto in pieno centro a Favaro Veneto verso le 19 di martedì per una presunta storia di corna. O meglio, il marito di lei è convinto che quell'aperitivo al bar di piazza Pastrello significasse qualcosa di più tra la moglie e un "amico" senegalese che evidentemente ritiene essere il suo rivale in amore. All'inizio si era sparsa la voce di un accoltellamento, tant'è vero che uno dei due uomini è stato portato all'ospedale con una ferita che sembrava inflitta con un'arma da taglio. Un coltello effettivamente vicino al luogo dove è scoppiata la lite c'era. A terra. Ma testimoni raccontano di averlo visto in mano al presunto amante e non al marito.

Dunque cos'è accaduto? Verso le 19 il marito della donna, di nazionalità senegalese, entra nel bar e scopre la moglie al tavolo con il rivale. Va su tutte le furie e da lì scoppia il putiferio. Dalle parole si passa ai fatti e ad avere la peggio è il presunto amante. Il marito, furioso, a un certo punto lo spinge contro la vetrina del locale, che finisce in frantumi. E' in quel frangente che si ferisce tra il petto e l'addome, almeno stando alle testimonianze di chi ha assistito ai soccorsi. Naturalmente l'onore va vendicato, dunque l'uomo, con la donna che non sa più che fare, prende un coltello e inizia a rincorrere il suo interlocutore senza raggiungerlo. Intanto residenti e commercianti si riversano in strada, per capire cosa stesse accadendo: "Prima del ferimento ho visto una donna e un uomo litigare, lui aveva in mano un coltello - racconta una testimone - la stessa persona poi  era a terra. La felpa sporca di sangue. Chiedeva di chiamare un'ambulanza, in italiano. Accanto a lui la donna, che era visibilmente scossa".

L'arma da taglio è stata trovata a poca distanza dai carabinieri, intervenuti sul posto con più pattuglie. "Il ferito era cosciente, ma si vedeva che era sempre più debole - continua la donna - si è seduto sul marciapiede di fronte alla tabaccheria, rincuorato e soccorso da alcuni commercianti. Accanto a lui ancora la ragazza di prima, che ha continuato a starle al suo fianco per tutto il tempo". Entrambi vengono descritti come piuttosto giovani, ma del marito di lei nessuna traccia. E' fuggito cercando di far perdere le proprie tracce. L'ambulanza è arrivata a sirene spiegate, caricando a bordo il ferito e portandolo in codice rosso all'ospedale dell'Angelo. Le ferite sarebbero meno preoccupanti di quanto aveva fatto intendere la copiosa perdita di sangue del presunto amante. In ogni caso il paziente sarà sottoposto agli accertamenti del caso. Al vaglio la possibilità di denunce nei confronti dei protagonisti della vicenda. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento