menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ambulanza intervenuta sul posto

L'ambulanza intervenuta sul posto

Paura davanti alla stazione, si schianta cadendo dalla finestra dell'hotel

Una 26enne di nazionalità coreana è stata soccorsa martedì dopo essere caduta al suolo dall'albergo Plaza di viale Stazione a Mestre

Momenti di paura di fronte alla stazione ferroviaria di Mestre. Una ragazza di 26 anni, per cause ancora al vaglio delle forze dell'ordine, alle 12.25 di martedì si è schiantata al suolo dopo essere caduta dal quarto piano dell'antistante hotel "Plaza", precipitando nel cortile interno dell'albergo e rischiando di perdere la vita. Sul posto forze dell'ordine e sanitari del 118, oltre ai vigili del fuoco, che hanno caricato la ferita in ambulanza (è intervenuta naturalmente anche un'auto medica) per poi ripartire dopo qualche minuto alla volta dell'ospedale Dell'Angelo di Mestre. Azionando le sirene.

Si tratta di un'ospite di nazionalità coreana della struttura ricettiva arrivata da appena venti minuti nell'hotel assieme al fidanzato. Gravi i traumi riportati nella caduta, ora lotterebbe tra la vita e la morte. Difficile, come anticipato, capire a pieno la dinamica di quanto accaduto. I due sono stati sentiti litigare animatamente, poi l'incidente. Anche il gestore di una struttura che sorge sul retro del Plaza avrebbe confermato di aver sentito, per diversi minuti, forti urla in lingua straniera che provenivano dall'hotel: "Stavo mangiando ed ero all'interno dell'edificio - racconta - ho sentito delle urla fortissime sia di un uomo, sia di una donna. Ho pensato fosse qualcuno del personale dell'albergo, visto che era una parlata straniera. Sarà durato tutto meno di cinque minuti. Poi non ho sentito più nulla". A quanto pare con il passare delle ore si fa sempre più strada la pista dell'incidente: la giovane non appena arrivata a Mestre sembra avesse avuto intenzione di muoversi subito per andare a visitare Venezia. Il compagno, un 41enne, avrebbe invece preferito riposare. A quel punto sarebbe scattato il diverbio, che si trascinava latente da un paio di giorni. Con la caduta finale che sarebbe da addebitare a cause accidentali. Al vaglio l'ipotesi che la ragazza abbia voluto impressionare il suo compagno accennando l'intenzione di buttarsi dalla finestra. Poi una perdita d'equilibrio e la caduta accidentale. Schiantandosi su una tettoia posta più o meno al secondo piano.

Sul posto sono arrivati agenti delle Volanti, della squadra mobile e della scientifica, ma all'inizio sarebbero state molte le difficoltà per le forze dell'ordine. Il compagno della donna si esprimerebbe solo in coreano. La scientidica ha lasciato le sale del Plaza solo dopo le 15, mentre i colleghi in divisa hanno continuato a sentire vari membri del personale dell'hotel, cercando di ricostruire con precisione quando accaduto basandosi sulle diverse versioni.

"Abbiamo visto arrivare i pompieri, poi l'ambulanza e quindi la polizia - dicono dal bar che sorge proprio a lato dell'hotel - ma non siamo riusciti a capire cosa fosse successo, abbiamo solo visto la confusione che si è creata in strada". L'incidente si è infatti consumato proprio a pochi passi dalla fermata degli autobus che procedono in direzione del centro di Mestre, di fronte all'altro stallo Actv per i mezzi in senso opposto, inevitabili quindi disagi per la circolazione, che sono comunque subito stati fugati dall'arrivo delle autorità e dei soccorsi. Com'era prevedibile la notizia di ciò che è accaduto, in uno dei punti più trafficati della città, si è allargata a macchia d'olio in pochi istanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento