MestreToday

Imbrattata dai vandali la sede della senatrice Orietta Vanin

L'episodio la scorsa notte a Mestre. La senatrice (M5S): «Minacce e intimidazioni non fermeranno il mio lavoro»

«Minacce e intimidazioni non fermeranno il mio lavoro». È questo il commento della senatrice del Movimento 5 Stelle Orietta Vanin all'indomani del vandalismo che ha interessato la sede del suo ufficio di via Caneve a Mestre. 

Ignoti hanno imbrattato le vetrate scrivendo con una bomboletta: «Italia = provincia cinese. Grazie Conte» e, accanto, la parola «mafia». «Continuerò a rappresentare le richieste dei cittadini, a lavorare per la difesa di Venezia e a cercare di mantenere il più possibile alta l'attenzione su tutto il territorio in difesa dei diritti umani, e della salvaguardia dell'ambiente - dice Vanin -.Le minacce personali,  le intimidazioni che costantemente ricevo e da ultimo i danni di questa notte alla sede di Mestre in cui lavoro, non spegneranno la mia voce e la mia attenzione verso la mia città e il mio territorio». Già in passato la senatrice aveva ricevuto altre intimidazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 2 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento