menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede di Adico, che si è occupata della vicenda

La sede di Adico, che si è occupata della vicenda

Sognano il "viaggio regalo", fatte acquistare pentole per 6mila euro

La disavventura per una coppia mestrina si è chiusa a poche ore dalla firma del contratto. Immediata una diffida all'azienda, che l'ha annullato

Erano stati contattati una prima volta al telefono di casa per una "insospettabile" intervista-sondaggio. Dopo qualche giorno però sono stati convocati, sempre telefonicamente, da un operatore che li invitava in un famoso hotel di Mestre con la promessa di un soggiorno premio in una località turistica a loro scelta. La coppia mestrina si è ritrovata però nel bel mezzo di una dimostrazione commerciale finalizzata a vendere batterie di pentole, coperte in lana merinos, computer e altri articoli di vario genere per la casa. Senza averne assolutamente la necessità, dopo aver ascoltato l'esposizione dei venditori, marito e moglie si sono ritrovati a sottoscrivere un contratto per l'acquisto di pentole per un valore di quasi 6mila euro. E in regalo avrebbero ricevuto un computer Acer da 15 pollici e una poltrona "massaggiante".

Una volta a casa, secondo quanto riporta Adico, associazione a difesa dei consumatori, si sono resi conto dell'accaduto. E' quindi subito partita una diffida che faceva appello al diritto di recesso del consumatore: in caso di acquisto al di fuori dei locali commerciali è di 10 giorni. Il caso si è così risolto positivamente nel giro di poche ore, dal momento che l'azienda, non appena saputo dell'intervento di Adico ha immediatamente restituito i soldi che la coppia aveva già sborsato, e in contemporanea si è ripresa la batteria di pentole che era già stata recapitata al domicilio dei signori, a tempo record.

"Consigliamo di prestare la massima attenzione alle telefonate di questo tipo, che promettono premi di vario genere e con la scusa attirano le persone a incontri organizzati appositamente per invogliare all'acquisto - commenta Carlo Garofolini, presidente Adico - Se comunque dovesse capitare di cadere in queste disavventure la prima cosa da fare è non spaventarsi, può succedere a tutti. Il diritto di recesso del consumatore da giugno passerà da 10 a 14 giorni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Mestre

Avviata la riqualificazione di piazzale Cialdini con il nuovo ponte sull'Osellino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento