rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Mestre Mestre Centro / Piazza Erminio Ferretto

Protezione civile protagonista nel weekend

Ben 17.680 ore di servizio, con 3.262 presenze di volontari nel 2020, e addirittura oltre 27.000 ore, con 3.891 presenze, nei primi 9 mesi del 2021. Ai volontari e ai loro gruppi sarà dedicato sabato pomeriggio in piazza Ferretto a Mestre un momento di ringraziamento

Ben 17.680 ore di servizio, con 3.262 presenze di volontari nel 2020, e addirittura oltre 27.000 ore, con 3.891 presenze, nei primi 9 mesi del 2021. È stato un periodo molto intenso, dal febbraio dello scorso anno quando è scattata l'emergenza Covid, per i 200 volontari della Protezione civile del Comune di Venezia, impegnati in innumerevoli servizi: dal trasporto e consegna di mascherine e medicinali, all'apertura dei mercati all'aperto, dalle attività di logistica, al funzionamento dei centri vaccinali, tra cui quello dell'Expo, il più grande del Veneto. In questo anche supportati dai 24 gruppi e associazioni appartenenti non solo al nostro Comune, che hanno garantito ulteriori 15.000 ore di attività, con 2.432 volontari impegnati, senza contare il servizio svolto da Croce Rossa e Croce Verde nell'altro punto vaccinale di piazzale Roma.

Ai volontari e ai loro gruppi sarà dedicato domani pomeriggio, alle 17, in piazza Ferretto a Mestre, nel corso del weekend interamente dedicato alla Protezione civile, un momento di ringraziamento. Due giornate in piazza molto intense, che concluderanno idealmente la “Settimana della Protezione civile”. Sabato dalle 10 alle 18 è in programma la manifestazione “Siamo la Protezione civile”, un'occasione per diffondere la cultura di protezione civile, con l'illustrazione alla cittadinanza delle diverse attività in cui sono specializzati i volontari e le loro organizzazioni di appartenenza, attraverso anche l'allestimento di punti informativi e momenti dimostrativi dei mezzi utilizzati nei diversi scenari d'intervento.

Domenica si svolge invece, sempre in piazza Ferretto, tra e 10 e le 18, “Io non rischio”, la tradizionale manifestazione, giunta alla sua undicesima edizione, collegata alla campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile. I volontari, affiancati da tecnici esperti, incontreranno i cittadini per spiegare quali comportamenti virtuosi adottare nel caso di eventi naturali calamitosi. «Ci auguriamo di vedere – sottolinea in una nota il vicesindaco e assessore comunale alla Protezione civile, Andrea Tomaello – una grande partecipazione da parte della cittadinanza: sia per conoscere più da vicino le attività svolte dai volontari, che per ringraziarli di quando hanno fatto, e stanno facendo, per la nostra comunità».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile protagonista nel weekend

VeneziaToday è in caricamento