Imprese che innovano e creano occupazione: 400 milioni di euro da Banco Bpm

Accordo firmato tra l'istituto di credito e Confindustria Venezia e Rovigo. Saranno supportate quelle Pmi che metteranno in mostra aspetti non solo quantitativi ma anche qualitativi

Una nuova opportunità per supportare le Pmi del territorio nell’accesso al credito. È quella offerta da Confindustria Venezia e Rovigo e Banco Bpm, che hanno sottoscritto un accordo per stanziare risorse per un importo complessivo pari a 400 milioni di euro. Condizioni particolarmente migliorative sono previste per il finanziamento degli investimenti destinati ad innovazione tecnologica (modello Industry 4.0) e a quelli in grado di generare un ritorno in termini di incremento occupazionale, supportato dagli incentivi fiscali sulle nuove assunzioni previsti dalla Legge di Bilancio 2018.

I benefici economici

L’entità dei benefici economici proposti alla singola impresa associata sarà correlata al merito creditizio e ad altri aspetti qualitativi dell'impresa, che la banca valuterà nell’ambito delle proprie analisi di merito. "È un accordo importante con un istituto di rilievo, che identifica un territorio e un valore, in quanto punta sul tessuto produttivo della nostra area - dichiara il presidente di Confindustria Venezia e Rovigo Vincenzo Marinese -  L'accordo rappresenta inoltre un'occasione, nel percorso avviato da tempo con le Confindustrie, per valutare in termini qualitativi e non soltanto quantitativi, le aziende. In altre parole, non ci si affida solo al bilancio ma si valutano anche gli asset e il piano industriale di ogni imprenditore. Quanto all’importo messo a disposizione, 400 milioni di euro, non
ha bisogno di ulteriori commenti".

A sostegno dell'occupazione

Tra gli strumenti previsti dall’accordo, ci sono finanziamenti per il sostegno all’occupazione, finanziamenti per le grandi imprese con erogazione differita o erogazione a tranches, mutui con covenant commerciali e il mutuo imprese flessibile. Plafond Venezia-Rovigo include poi finanziamenti speciali che utilizzano fondi veicolati dalla Banca Europea per gli Investimenti, dalla Cassa Depositi e Prestiti, dal Fondo di Garanzia per le piccole e medie Imprese, dal Fondo Europeo per gli Investimenti, tramite lo strumento di garanzia InnovFin Sme Guarantee, dall’Istituto di Servizi per il Mercato AgricoloAlimentare, da SACE e cofinanziamenti a valere su strumenti agevolativi nazionali/regionali.

Credito di filiera

Previsto anche il credito di filiera, che permette alle aziende fornitrici strategiche e ricorrenti di imprese associate, di avere accesso al credito in via preferenziale, con risposte di fattibilità rapide e a condizioni migliori. Banco Bpm mette inoltre a disposizione il plafond già deliberato e dedicato ai settori Food & Beverage e altre commodities (settori con caratteristiche di fungibilità dei prodotti finiti, ma anche le materie prime e semilavorati), da utilizzare per operazioni di finanziamento del magazzino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

  • Tutti gli eventi del Carnevale di Venezia 2020

Torna su
VeneziaToday è in caricamento