Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, parlano i medici dell'Ulss 3 Serenissima | VIDEO

La sintomatologia, le precauzioni e gli accorgimenti per contrastare l'epidemia

 

Le aziende sanitarie veneziane sono, in queste settimane, fortemente impegnate nel contrasto alla diffusione del coronavirus. Per evidenziare la situazione sul territorio e le azioni intraprese, Ulss 3 Serenissima ha convocato questa mattina, presso la propria sede in via Tosatto a Mestre, una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il direttore Giuseppe Dal Ben e i vertici dell'organismo.

«In questi anni ci sono già stati due tipi di coronavirus: la SARS e la MERS - dichiara Vittorio Selle, direttore del Servizio igiene e sanità pubblica - Questo nuovo coronavirus è stato identificato per la prima volta il 7 gennaio 2020 a Wuhan, in Cina. Come causa scatenante si ipotizza il salto di specie dai pipistrelli agli umani attraverso un altro mammifero. Il contagio avviene per contatto diretto, principalmente tramite droplets, cioè tosse, starnuti ed espettorato».

Un'epidemia che crea sicuramente apprensione nei cittadini ma la cui mortalità sembra essere al momento contenuta. Come afferma il dottor Sandro Panese, primario del reparto Malattie infettive di Ulls3, infatti: «Il tasso di mortalità si attesta al 2%. La caratteristica preoccupate di questo virus è piuttosto l'alta contagiosità».

L'organizzazione sanitaria veneziana sta prendendo tutti i provvedimenti necessari in caso l'epidemia dovesse verificarsi nel territorio veneto. Dal Ben dichiara: «Siamo assolutamente pronti e preparati ad affrontare il coronavirus. Abbiamo attivato i nostri gruppi di lavoro aziendali per poter rispondere al meglio alle esigenze della nostra gente. Non dobbiamo avere alcun timore.»

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento