Panchine rosse a Noale: "Nel rispetto e contro la violenza, ultimo rifugio degli incapaci"

Saranno installate, martedì, anche nelle frazioni di Briana e Cappelletta, in occasione della festa della mamma, dopo quelle che hanno trovato posto a Moniego e nei giardini della Rocca

Nuove panchine rosse sono spuntate, e stanno per arrivare, dopo la festa della donna, l'8 marzo scorso, a Noale, contro la violenza sulle donne, perché "La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”.

Festa della mamma

Hanno trovato posto a Moniego, in Piazza Giovanni Paolo II, con un pensiero speciale ad Hanè Giejlai, la giovane mamma rimasta vittima di femminicidio nel marzo 2012, e nei giardini della Rocca di Noale, in prossimità del monumento “Le Ruote”. Ora altre panchine saranno installate anche nelle frazioni di Briana e Cappelletta, in occasione della prossima festa della mamma.

Cappelletta e Briana, inaugurazioni

L’appuntamento con l’inaugurazione ufficiale è per martedì alle 10.30, a Cappelletta, e alle 11.30 a Briana. In entrambi i momenti avremo la partecipazione delle autorità, ma soprattutto degli studenti della scuola secondaria di primo grado e delle loro insegnanti.

Cultura e impegno

“Il rispetto è stato il comune denominatore dei progetti realizzati in occasione del 25 novembre – giornata internazionale contro la violenza nei confronti delle donne, e per lo scorso 8 marzo, coinvolgendo in primis gli studenti, ovvero gli adulti di domani. Un modo concreto – dichiara Annamaria Tosatto, delegata alle pari opportunità della Città di Noale, - di diffondere la cultura del rispetto reciproco e dei diritti, affinché l’8 marzo sia davvero tutti i giorni e non una semplice ricorrenza da calendario. Un impegno reale per tutto l’anno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo è l’augurio sincero che l’amministrazione di Città di Noale – evidenzia il sindaco, Patrizia Andreotti – rivolge non solo a tutte le donne, ma alla cittadinanza in generale. La piaga del femminicidio interroga infatti la coscienza dell’intera comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento