Ennesimo trolley abbandonato: allarme bomba a piazzale Roma

L'allerta è stata lanciata poco prima delle 19 di domenica vicino alla biglietteria Actv. Strada interdetta. Poi il proprietario si è fatto vivo

Continuano a far danni i trolley abbandonati a Venezia. Non perché esplodono, bensì perché da protocollo scatta l'allarme bomba e la zona interessata finisce nel caos. Così è stato nel tardo pomeriggio di domenica (poco prima delle 19) per piazzale Roma, in corrispondenza della biglietteria Actv. Una trentina di metri più in là, in direzione della questura di Santa Lucia, qualcuno ha segnalato un bagaglio rimasto incustodito.

Sul posto quindi si sono portate le volanti della polizia, che si trovavano certo poco distanti, e gli agenti della polizia municipale. Quel tratto di fondamenta Santa Lucia è stato infatti interdetto al transito, istituendo un senso unico alternato per permettere ai veicoli di uscire dal piazzale. Altrimenti pullman e auto sarebbero rimasti "imprigionati" finché l'allarme non sarebbe rientrato. Stavolta non ci sono state esplosioni controllate da parte degli artificieri: il legittimo proprietario, infatti, si è fatto vivo in extremis e verso le 19.30 si è ripreso il trolley salvando il suo contenuto.

Dopodiché immediatamente il blocco è stato rimosso e la situazione è tornata alla normalità. Si tratta dell'ennesimo fuori programma che va ad allungare la lista di allarmi dello stesso tipo in città. In passato erano stati chiusi (con tanto di deviazioni per i vaporetti) gli imbarcaderi di piazzale Roma, era stata "svuotata" una porzione di piazza San Marco, nemmeno Rialto è rimasto indenne da queste allerte che dimostrano come l'atmosfera sia comunque sempre tesa in città. Venezia naturalmente continua a essere considerata un luogo sensibile per eventuali malintenzionati, in un'epoca storica in cui il terrorismo ci ha abituato a improvvise azioni anche eclatanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento