Assalto con pistola alla sala slot di Mirano: 4 in manette

Il fatto risale a dicembre 2018. Al termine delle indagini, i carabinieri hanno stretto le manette ai polsi a 2 albanesi e 2 italiani, tra cui l'ex mala del Brenta Ivan Giantin

Le immagini di videosorveglianza della sala slot

Nella notte tra il 26 e il 27 dicembre 2018 due banditi entrarono a volto coperto nella sala giochi VLT Imperial di Mirano, minacciarono con una pistola e un piede di porco la dipendente e si impossessarono di 400 euro dal registratore di cassa, oltre che di un barattolo utilizzato per le mance. Una volta arraffato il bottino, si dileguarono facendo perdere le tracce. Al termine delle indagini, nei giorni scorsi i militari dell'Arma di Mestre e di Mirano, supportati dalla squadra mobile della questura di Padova, hanno stretto le manette ai polsi a 4 persone, in esecuzione dell'ordinanza di misure cautelari emessa dal gip di Venezia.

I 4 arrestati

Le due menti della banda sono due italiani, il 48enne Ivan Giantin, ex mala del Brenta, e il 44enne Giuseppe Mion. In arresto anche gli altri due componenti del quartetto, l'albanese Alban Shera di 23 anni e il tunisino Kheireddine Charfeddine di 29. Nello specifico, Giantin e Shera hanno fatto irruzione nella sala slot, mentre Mion, che già aveva effettuato i sopralluoghi del caso nei giorni precedenti, ha fatto da staffetta e palo ai complici durante l'esecuzione del colpo. I due italiani e l'albanese sono stati condotti in carcere a Padova per l'uso di armi durante la rapina e in virtù dei propri precedenti penali. Il tunisino Charfeddine, invece, è stato ristretto ai domiciliari: incensurato, nel corso della rapina avrebbe solo guidato l'auto impiegata per la staffetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ex mala

Tra gli arresti spicca la figura di Giantin. Ex mala del Brenta, era stato scarcerato due anni fa dopo 16 anni di detenzione per una lunga serie di reati. Nel suo curriculum anche l'agguato a colpi di kalashnikov ai carabinieri di Ferrara nella notte del 3 marzo 2001: nella circostanza non morì nessuno, ma un militare perse l'uso di un occhio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento