Fermato per un controllo, poche ore dopo arriva l'ordine di carcerazione: arrestato

La polizia locale lo ha identificato ieri mattina e lo ha rilasciato. Poi le manette

Gli agenti lo avevano già fermato e portato in comando al mattino. Qualche ora dopo, quando lo hanno rilasciato, è arrivato un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Venezia. Quel giovane, M.B., 25enne marocchino, doveva andare in carcere. I vigili urbani lo hanno rintracciato nuovamente e arrestato. 

Il primo controllo

Il ragazzo è stato fermato la prima volta in mattinata da una radiomobile del nucleo di pronto impiego della polizia locale in via Dell'Avena a Marghera, mentre vagava tra le case con fare sospetto. Con sè non aveva documenti ed è stato portato in comando per essere fotosegnalato. Le verifiche in banca dati sul suo conto non hanno portato a scoprire eventuali pendenze, fino a qualche ora dopo, quando la procura ha emesso un ordine di carcerazione per rapina. 

Un altro arresto

Gli agenti, quindi, lo hanno nuovamente rintracciato e lo hanno accompagnato in carcere, dove il 25enne deve scontare una condanna di un anno e dieci mesi. Sempre ieri, intorno alle 17, una radiomobile del servizio sicurezza urbana ha arrestato in piazzale Rossarol a Marghera un cittadino nigeriano, E.E.J., di 35 anni, sorpreso mentre spacciava una dose di cocaina a un trevigiano di 57 anni. Quando ha visto arrivare la pattuglia, lo spacciatore ha deglutito: il pusher è stato portato in ospedale per verificare che non avesse ingerito ovuli di cocaina. Alla perquisizione gli agenti hanno rinvenuto 535 euro in banconote e due telefoni cellulari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Banksy è stato a Venezia: il video pubblicato su Instagram

  • Economia

    Istruzione, viabilità, rifiuti: a Venezia spesa alta ma efficiente, i dati dell'osservatorio

  • Mestre

    Un chilo di eroina in macchina: era il carico della settimana

  • Cronaca

    Autonoleggio in aeroporto: in una ditta in appalto spunta il lavoro nero

I più letti della settimana

  • Acqua e limone a digiuno la mattina: verità o falso mito?

  • Pugni e sassi contro due giovani: pitbull difende i padroni e azzanna gli aggressori

  • Ciclista investito, elitrasportato in gravi condizioni dopo l'impatto a terra

  • Maltempo: la mareggiata cancella la spiaggia a Eraclea, danni anche a Caorle

  • Denti perfetti: tutte le regole da seguire per una corretta igiene orale

  • Presunta violenza sessuale in discoteca, una ragazza all'ospedale

Torna su
VeneziaToday è in caricamento