Bici legate a piazzale Roma, 100 euro di multa a due giovani: "Sanzione sproporzionata"

Adico contesta le contravvenzioni comminate a due mestrini, i cui mezzi sono stati sequestrati: "Sono minorenni, l'atto è illegittimo. E lì non ci sono cartelli di divieto"

Cento euro di multa a testa più il sequestro dei mezzi. E' costata cara, a due giovani mestrini, la decisione di legare le proprie biciclette ad una ringhiera di piazzale Roma dopo essere arrivati a Venezia dalla terraferma. La madre di uno dei due ha deciso però di ribellarsi alla sanzione e si è rivolta ad Adico. E l'associazione commenta: "Si tratta di una multa spropositata, fra l’altro contestata a due minorenni, con un atto non legittimo. Oltretutto le due biciclette risultano ancora sequestrate dalla polizia municipale".

Sequestro

L'episodio lunedì 14 maggio: stando al loro racconto, i due studenti sono partiti da Mestre in bici con lo scopo di raggiungere un negozio vicino alla stazione di Santa Lucia. Arrivati a piazzale Roma, hanno assicurato le bici, apparentemente inconsapevoli del divieto. Si sono recati al negozio e, al loro ritorno, i mezzi erano scomparsi. A quel punto, convinti di aver subito un furto, si sono rivolti agli agenti della Municipale e quindi sono stati messi al corrente della situazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Atto illegittimo"

"La polizia municipale ha spiegato loro che non potevano legare le bici lì – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – e ha compilato due verbali dell’importo di cento euro ciascuno. I due ragazzi sono tornati indietro in tram, mentre i mezzi sono stati sequestrati, in attesa del pagamento della multa. La mamma di uno dei due si è rivolta al nostro ufficio legale, cosciente che non si può contestare un verbale a dei minorenni ma solo a chi ne detiene la patria potestà. Ora valuteremo se e come agire, considerando pure che nelle vicinanza della ringhiera non risulta la presenza di una cartello di divieto. Comunque – conclude – è evidente che ci sia una sproporzione fra la violazione commessa e la sanzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento