Cura degli anziani, a Marghera nasce una casa per la terza età a cinque stelle

È stata presentata martedì Residenza Venezia, neonata struttura del gruppo francese Orpea: dispone di 120 posti e un reparto élite di massimo comfort. Il 25 aprile porte aperte

Una residenza per anziani a cinque stelle a Marghera, investimento nel territorio veneziano del gruppo francese Orpe. Residenza Venezia è il nome della moderna struttura di via dei Pioppi 10, località Catene, presentata martedì mattina alle autorità e benedetta da don Lio Gasparotto della parrocchia Madonna della Salute. Costruita in classe energetica A per ridurre al minimo l’impatto ambientale, Residenza Venezia offre agli ospiti qualità e comfort di alto livello, abbinati a moderne ed efficienti attività terapeutiche per la cura e il benessere.

La struttura è costruita su due piani e composta da quattro nuclei, ognuno recante il nome di un famoso pittore legato a Venezia (Bellini, Tintoretto, Canaletto e Tiziano). Dispone di 120 posti letto per ospiti autosufficienti, semi autosufficienti e non autosufficienti con un’offerta di 68 camere singole e 26 camere doppie. Dei 120 posti, 30 sono riservati all’offerta élite, seconda struttura del Gruppo Orpea in Italia ad adottare questa tipologia ricettiva dopo la Residenza Richelmy di Torino.

La struttura è circondata da un’area verde, con ampie terrazze e “giardini d’inverno” in grado di garantire luoghi luminosi ed accoglienti. Le cure mediche e sanitarie si integrano con le relazioni sociali, le attività culturali e i laboratori terapeutici. Nessun orario di visita vincolante; cucina interna con possibilità di pranzare e cenare con menù personalizzati, tradizionali e raffinati assieme ai propri familiari; palestra; servizio di parrucchiera; sala cinema; una cappella dove, ogni sabato mattina, don Gasparotto officerà la messa. «Nel progetto di vita all’interno della Residenza Venezia ci si propone di unire armoniosamente l’esigenza di una qualità di vita con la necessaria qualità delle cure sanitarie. Ogni camera, singola o doppia, è dotata di bagno privato, telefono con linea diretta, televisore a schermo piatto e dispositivo di chiamata d’emergenza» ha spiegato Danijela Filkovska, direttrice di Residenza Venezia, il cui auspicio è quello che «la Residenza Venezia possa convenzionare più posti possibile sia di primo che di secondo livello».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla conferenza stampa hanno partecipato tra gli altri Ermelinda Damiano, presidente del Consiglio comunale di Venezia, Renato Boraso, assessore comunale alla Mobilità e Trasporti, Giorgio D’Este, assessore comunale alla Sicurezza e Polizia Municipale, Bruno Polesel, vice presidente della Municipalità di Marghera, e Gianfranco Pozzobon, direttore Servizi sociali e della Funzione territoriale dell’ULSS 12 Veneziana. «A nome del Gruppo Orpea esprimo una grande soddisfazione per aver potuto realizzare questa bella RSA a Marghera. L’importante investimento, realizzato nei tempi e nei budget previsti, ci permette oggi di poter presentare e proporre alle persone anziane non autosufficienti dell’area metropolitana di Venezia un servizio di accoglienza in una residenza con elevati standard qualitativi, sia strutturali che funzionali ed organizzativi, andando così ad integrare l’offerta di un servizio sempre più richiesto da una crescente popolazione anziana che diviene sempre più esigente» ha continuato Roberto Tribuno, amministratore delegato di Orpea Italia S.p.A. Residenza Venezia, che impiegherà circa 80 dipendenti con varie mansioni, è in attesa di ricevere le autorizzazioni regionali, ottenute le quali scatterà l’iter per la procedura di accreditamento all’ULSS 12 Veneziana per chiedere il convenzionamento. Intanto Residenza Venezia sta già riscontrando forte interesse da parte della cittadinanza: oltre 120 le visite guidate alla struttura e già una ventina le prenotazioni. Il 25 Aprile la 1° giornata  a “Porte Aperte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e Veneto

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento