«Prendiamo in prestito i respiratori dagli studi veterinari: questo è lavorare in emergenza»

Saranno recuperate le parti meccaniche per uso umano. «Nulla di strano - ha sottolineato Zaia - È come se chiedessimo in prestito delle provette asettiche»

Zaia in conferenza questa mattina

«Siamo nell'emergenza di creare posti letti in terapia intensiva. Attualmente ne abbiamo 825». A lanciare l'allarme è stato questa mattina il presidente della regione Veneto Luca Zaia, nel corso del consueto punto stampa dalla sede della protezione civile di Marghera. Secondo l'ultimo bollettino di Azienda Zero sono 1622 i pazienti ricoverati negli ospedali regionali, di cui 304 in terapia intensiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Servono respiratori

«Abbiamo grande necessità di respiratori - ha sottolineato il governatore - Siamo in attesa di un carico di respiratori dalla Svizzera, 50 in tutto, a quest'ora dovrebbero aver superato Milano». Zaia ha però sottolineato come la programmazione della gestione dell'emergenza si sia sempre basata anche sui respiratori che devono arrivare dal governo. «Ne abbiamo richiesti 200, ma in poco meno di un mese ce ne sono arrivati solo 50. Non è polemica, ma è fondamentale che arrivino al più presto. Noi ci siamo mossi anche da soli e qualche acquisto è andato a buon fine». In epoca di emergenza, la regione ha studiato anche un piano B. È stata infatti data disposizione di prendere in prestito tutti i respiratori degli ambulatori veterinari: «Prenderemo la parte meccanica, - ha sottolineato Zaia - negli studi veterinari si utilizzano quelli per uso umano. È come se chiedessimo delle provette asettiche. Li stiamo fermando in via prudenziale, questo significa lavorare in emergenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento