Il giudice dice stop alle banche: "Applicavano tassi da usurai"

Sospesa l'esecutività del decreto ingiuntivo contro il proprietario di un concessionario che non ha restituito il finanziamento

Stop alle banche, a deciderlo è il giudice. Il fatto, come riporta Il Gazzettino, si riferisce alla situazione di D.U., 33enne di Vigonovo. Per il suo concessionario d'auto di Noventa Padovana infatti, l'uomo aveva ottenuto un finanziamento da due istituti di Vigonovo, rispettivamente di 197.000 euro e 138.000 euro.

Quando l'attività dell'uomo entrò in crisi però, il titolare fu costretto a chiudere tutto senza poter più restituire la somma. Le due banche si rivolsero quindi ad un giudice per ottenere la restituzione del denaro, ma ora entrambi i provvedimenti sono stati sospesi. Il giudice, infatti, ha rilevato da parte della prima banca l'applicazione di tassi da usurai, che hanno prodotto interessi su interessi e per questo ha deciso di sospendere il decreto ingiuntivo.

Nel secondo caso invece, proprio la banca aveva ottenuto il pignoramento di beni immobili che, però, erano intestati al fratello del debitore, onde per cui c'è stata la sospensione dell'esecutività dell'ingiunzione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Castello: la coltellata, il cartello sulla porta e la chiamata della badante | VIDEO

  • Cronaca

    Pattugliamenti nelle zone della "movida" veneziana

  • Cronaca

    Riciclaggio di denaro sporco: uno strudel manda in fumo 40mila euro nascosti nel forno

  • Cronaca

    Rapinano una libreria: arrestate due donne

I più letti della settimana

  • Schianto tra auto e tram sul ponte della Libertà, traffico bloccato a piazzale Roma

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Trovato il corpo senza vita di Alex Gerolin

  • Attenzione all'esodo di Pasqua: le previsioni del traffico in autostrada

  • Si sente male in piscina, 19enne muore in ospedale

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento