«Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

La denuncia di una mamma alla polizia. La polizia sta indagando su un uomo di 86 anni

Volante della polizia a Venezia (archivio)

«Ero in vaporetto. Mia cugina si è accorta che un uomo stava fotografando le parti basse delle mie bambine. Abbiamo chiamato la polizia». E, quando gli agenti hanno approfondito, hanno scoperto che nel telefono di quell'uomo non solo c'erano le immagini che ritraevano le due piccole, ma anche quelle di altri minori. Per questo sono in corso indagini su un uomo di 86 anni che è stato segnalato domenica pomeriggio all'interno di un vaporetto a Venezia mentre fografava due bambine. 

A denunciarlo è stata la mamma. «Per noi era una giornata di divertimento. Alle 16 abbiamo preso un vaporetto per fare l'ultimo giro del Canal Grande e goderci Venezia in tutto il suo splendore - racconta la donna -. Ad un certo punto mia cugina mi ha invitato a prendere le mie bambine e a spostarmi immediatamente dal punto in cui eravamo all interno del mezzo, puntando gli occhi su un passeggero molto anziano che stava letteralmente fotografando le parti basse delle nostre piccole».

Presto, quello che inizialmente sembrava solo un sospetto ha trovato conferma. «Mia sorella ha cominciato ad urlare contro questo anziano, intimandogli di smettere, mentre io e un altro signore gli abbiamo chiesto di aprire la galleria del telefono e dimostrare ciò che stava facendo - continua la donna -. La sorpresa è stata orribile:  la galleria era piena di foto di minori fatte nei vaporetti». L'anziano, a quel punto, si è diretto verso l'uscita ma, una volta sceso, ad aspettarlo ha trovato una volante della polizia, che lo ha accompagnato in caserma. 

Da una primissima analisi del cellulare gli agenti hanno trovato le foto che avevano visto precedentemente i testimoni. Immagini che ritraggono dei minori e che, adesso, saranno analizzate. È stata informata la procura e avviata un'indagine che, con ogni probabilità, nelle prossime ore passerà agli uomini della squadra mobile. «Ci tengo a dire una cosa: cari mamme e papà, non state zitti - dice la donna che ha denunciato -. Abbiate occhi dappertutto. Ringraziamo profondamente la polizia di Venezia per il suo lavoro. Non dimenticherò mai il volto delle mamme, in vaporetto, indignate e impaurite che abbracciavano i loro figli».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento