Vuole rubare l'auto: "trascina" per decine di metri il carabiniere attaccato alla portiera

E' successo nella notte tra giovedì e venerdì a Orgnano a Spinea. Un 38enne con precedenti viene visto da un residente armeggiare su una Fiat 500. Poi l'inseguimento dei militari

Ingrana la marcia dell'auto appena rubata e trascina il carabiniere che sta cercando di fermarlo per alcune decine di metri. Dopodiché l'uomo in divisa riesce nell'intento, bloccandolo e ammanettandolo grazie all'aiuto del collega di pattuglia. E' successo poco prima della mezzanotte tra giovedì e venerdì a Spinea: arrestare il 38enne G.M. è stato reso possibile dalla segnalazione di un cittadino che ha chiamato il 112 e ha avvertito che c'era qualcuno di sospetto che stava armeggiando su una Fiat 500 parcheggiata per strada in zona residenziale nella frazione di Orgnano. La stava rubando. 

L'intervento dei carabinieri

Sul posto si sono portate in pochi minuti le pattuglie più vicine che, giunte in pochi minuti in zona, si sono messe sulle tracce del veicolo. La 500 non c'era più: era già stata trafugata. L'auto è ricomparsa poco dopo in via Circonvallazione, cosicché una gazzella dei carabinieri ha approfittato di una rotatoria per percorrerla controano e sbarrare la strada al ladro. A quel punto il brigadiere capopattuglia è sceso dall'auto di servizio e ha spalancato la portiera del conducente della Fiat tentando di bloccare il ladro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tentativo di fuga

Quest'ultimo, per evitare le manette, ha pigiato il piede sull'acceleratore e ha cercato di scappare. Trascinando il militare, che caparbiamente è rimasto attaccato all'auto inducendo il malintenzionato a fermarsi definitivamente. Al termine dell'intervento sono scattate le manette, mentre confluivano sul posto i rinforzi. La Fiat 500, messa in moto facendo “ponte” elettrico sull’accensione, è stata restituita al proprietario, che non si era ancora accorto di ciò che era accaduto. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Le previsioni: possibili grandinate e raffiche di vento

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • Violento maltempo: tetti scoperchiati, albero caduto su una casa di cura FOTO

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento