La figlia di Manuela Cacco: "Freddy l'ha plagiata. Freddy mi ha rovinato la vita"

Per la prima volta parla Elena, a La Vita in Diretta: "Mamma non è un mostro, ma è giusto che paghi. Mi ha detto che le si è azzerato il cervello. Lei faceva tutto quello che voleva lui"

"Freddy ha plagiato mia mamma. Freddy mi ha rovinato la vita". Per la prima volta parla la figlia di Manuela Cacco, la tabaccaia accusata di aver partecipato alla premeditazione dell'omicidio di Isabella Noventa, la segretaria di Albignasego per cui sono a processo anche i fratelli Sorgato, Debora e Freddy. Secondo la Procura di Padova sarebbero stati loro a uccidere la donna per poi nasconderne il corpo. Ma tutto avrebbe fatto parte di un disegno ordito da tutti e 3 gli imputati: "Mia mamma è stata dipinta come un mostro - dichiara Elena alla trasmissione di Raiuno La Vita in Diretta - Voglio cercare di renderle giustizia. Lei è sempre stata apprensiva e premurosa, la classica mamma chioccia. Una persona solare che veniva sempre a ballare la salsa. E' cambiata da quando ha conosciuto Freddy". 

Durante il primo colloquio in carcere, alla figlia Manuela Cacco avrebbe spiegato di aver deciso di partecipare alla messa in scena della sera del delitto perché "le si era azzerato il cervello, era andata in tilt". Così ha indossato il giubbotto bianco della vittima e ha camminato immortalata dalle telecamere di sorveglianza in centro a Padova: "Mi ha detto che lei non c'entra nulla - sottolinea Elena - mi ha sempre ripetuto che non c'era alcun piano. Non c'è mai stato. Mi ha detto che non sa dove si trovi il corpo di Isabella e che se lo sapesse l'avrebbe detto".

Il pensiero va ai momenti precedenti all'arresto ("quando mi è mancata la terra da sotto i piedi"), quando era iniziata la storia tra Freddy e Isabella: "Non mi ha mai parlato di lei - sottolinea la figlia di Manuela Cacco - ma quando mia mamma stava troppo spesso a casa diceva che 'lui era via con quell'altra'. Io vedevo che si stava innamorando, poi lui si è intromesso nella gestione della tabaccheria. E mia madre ha preso le sue difese, per questo ho litigato. Con Freddy. Mi ha offesa e non poco. Lui era cattivo e mamma eseguiva ogni cosa che lui chiedeva". 

La giovane donna ha un messaggio per Ofelia, la madre di Isabella Noventa: "Vorrei chiederle scusa - dichiara - mi dispiace e non so cosa farei se fossi al suo posto. Anche io sono mamma. Non riesco neanche a immaginare se facessero del male a mia figlia come reagirei". Resta il baratro in cui è stata catapultata la vita di Elena dopo gli arresti: "Il mio perdono arriverà lentamente - conclude parlando di Manuela Cacco - mia madre ha sbagliato ed è giusto che paghi per quello che ha fatto. Ma non per quello che non ha fatto". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento