Minaccia i carabinieri con due siringhe usate: 39enne bloccata e arrestata dai militari

È accaduto la notte tra venerdì e sabato in uno stabile di Caorle. La donna ha destato la preoccupazione del vicinato per le forti urla e i rumori dal suo appartamento

Urla e forti rumori. A segnalarli alcuni residenti di via Don Orione a Caorle, in piena notte tra venerdì e sabato, sentendo gli schiamazzi provenire da un appartamento in zona. I carabinieri, arrivati sul posto, e udite le grida femminili, sono entrati nella casa trovandovi una donna senza abiti. Quest'ultima ha iniziato a minacciare le forze dell'ordine con delle siringhe senza tappo e sporche di sangue.

Le minacce

I militari dell'Arma hanno visto la donna nella penombra, mentre stava parzialmente nascosta da un armadio rovesciato, in evidente stato di agitazione. Lei ha affermato di essersi iniettata dello stupefacente minacciando i militari che li avrebbe punti con le 2 siringhe sporche di sangue che aveva in mano. Poi ha iniziato a compiere atti autolesionistici, sbattendo violentemente la testa contro il muro. Capita la gravità della situazione, i carabinieri, approfittando di un attimo di distrazione della 39enne, sono riusciti a bloccarla togliendole dalle mani le siringhe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arrivo dei sanitari

Arrivato il personale del 118, la donna è stata affidata alle loro cure e portata al pronto soccorso per le medicazioni alle escoriazioni che si era provocata. È stata poi identificata e arrestata per violenza o minaccia a pubblico ufficiale, con custodia nelle camere di sicurezza della stazione del 112 di Caorle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

  • Pestaggio nella notte a Jesolo, uomo in ospedale lotta tra la vita e la morte

Torna su
VeneziaToday è in caricamento