"Un'offerta e una firma": bloccato e multato a Venezia il trio delle finte sordomute

Le giovani, romene, sono state sorprese lunedì in zona Tolentini. Per ora una sanzione da 50 euro, ma la polizia locale chiede a chi potrebbe essere stato raggirato di farsi avanti

Per ora se la sono cavata con 50 euro di contravvenzione per non aver rispettato l'ordinanza a tutela del decoro firmata dal sindaco Luigi Brugnaro, ma la speranza è che qualche vittima possa capire di essere stata raggirata e di conseguenza presenti un esposto per truffa: a quel punto lo scenario cambierebbe radicalmente e si passerebbe a un reato di tipo penale.

Trio nei guai

Sono finite comunque nei guai 3 giovani di nazionalità romena, rispettivamente di 18, 20 e 34 anni, tutte residenti in madrepatria, che da qualche giorno giravano per il centro storico con delle cartelline chiedendo un'offerta e una firma per una petizione a favore delle persone sordomute.

Finte sordomute

Di più: si fingevano sordomute anche loro, fintanto che, nel Comando della polizia locale, non sono state costrette dagli eventi a dimostrare che avevano invece una parlata fluente. Insomma, era tutta una messa in scena. A quel punto è scattata la multa, ma il rischio per il trio, fino a questo momento incensurato, è che la prossima volta potrebbe non finire solo con un illecito amministrativo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento