Programma di sicurezza 'Oculus': edifici sgomberati e baracche abusive abbattute

La polizia locale ha messo in atto tra Mestre e Marghera nei giorni scorsi operazioni di 'rigenerazione' del territorio rimuovendo bivacchi abusivi e liberando edifici

Proseguono le operazioni della polizia locale su Mestre e Venezia per la sicurezza e la rigenerazione del territorio: il programma 'Oculus', in relazione al quale sono stati realizzati tre interventi di sgombero di strutture occupate abusivamente e abbattimento di una baracca abusiva.

Schermata 2017-04-04 alle 15.02.07-2

Nella mattinata di martedì 28 marzo, alle 8.15, gli agenti hanno eseguito l’ordinanza del sindaco per lo sgombero dell'area comunale sottostante il ponte di collegamento di viale Vespucci con via Pertini a Mestre, dove c’era un bivacco costituito da materassi, coperte ed altro materiale di fortuna, utilizzato, in base ai giacigli, da tre persone. Tutto il materiale è stato rimosso dal personale di Veritas e l’intervento si è concluso intorno alle 10.

Alle 10.30 la polizia locale è intervenuta negli ex spogliatoi per atleti in via Boerio (intersezione viale Vespucci) facenti parte degli impianti sportivi di calcio dell’ex società “Real San Marco”. L’intervento è stato possibile perché la società proprietaria del sito aveva incaricato una ditta di mettere in sicurezza i manufatti occupati abusivamente. Al momento dell'intervento però è stata trovata una persona che bivaccava ancora nella struttura. Il personale della polizia locale intervenuto dopo la denuncia da parte della società proprietaria del sito, ha differito il cittadino rumeno all’autorità giudiziaria per “invasione di terreni o edifici”. Le operazioni di chiusura e messa in sicurezza sono terminate nel tardo pomeriggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lunedì in tarda mattinata è stata eseguita l'ordinanza del sindaco di Venezia per l'abbattimento di quattro baracche abusive, in cui presumibilmente vivevano circa dieci persone, costruite con materiale di risulta, ubicate a Marghera lungo via Fratelli Bandiera, all'interno dell’area verde compresa tra via Ghega e via Cruto. L’abbattimento è stato effettuato con l’ausilio di uomini e mezzi messi a disposizione della società Sonora, proprietaria dell’area. L'Intervento si è concluso verso le 12.30 senza alcun impedimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si alza il rischio di contagio, in Veneto regole più severe: lunedì nuova ordinanza

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Moda e calzature in ginocchio

  • Addio a Carlotta, morta nel sonno a 13 anni

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

Torna su
VeneziaToday è in caricamento