Acqua alta a Venezia e piogge copiose: l'autunno arriva a Venezia

Il Centro maree del Comune ha previsto una punta massima di 110 centimetri alle 11.05. Replica alle 23.45 (100 centimetri). Fino a martedì maltempo e precipitazioni. Poi, da venerdì, la nebbia

Foto ©TM News Infophoto

Da domenica sera vigili del fuoco e protezione civile sono in allerta meteo. E lo saranno fino a domani mattina, almeno fino a contr'ordine. Perché l'autunno stavolta è arrivato per davvero, con piogge e temperature in picchiata. A Venezia, poi, torna l'acqua alta: il Centro maree del Comune ha previsto la punta massima di 110 centimetri alle 11.05, per poi scendere. Il nuovo picco stasera, alle 23.45, in cui si raggiungeranno i 100 centimetri sul medio mare. Livello che si toccherà anche martedì mattina, alle 11.35.


AGGIORNAMENTO: DISAGI LIMITATI - Si tratta di una marea sostenuta classificata come 'codice giallo', primo livello della scala di allarme, che ha allagato non più dell'8-9% del suolo cittadino. Disagi tutto sommato limitati, quindi, per veneziani e turisti; sotto la misura di 110 centimetri non è prevista nemmeno la posa delle passerelle per consentire il passaggio nei punti più bassi. Il centro maree del Comune aveva aggiornato precedentemente la stima iniziale di 110 centimetri, emettendo un bollettino che parlava appunto di acqua alta fino ad un massimo di 105. Ad attenuare il fenomeno, secondo gli esperti del centro, ha contribuito il fatto che la perturbazione atlantica giunta sul Nordest sia stata al momento meno pesante del previsto e che il vento di sciorocco si sia attivato in Adriatico solo in 'coda' alla depressione. In anno come questo finora povero di alte maree, si tratta in ogni caso della maggiore punta di acqua alta registrata nel 2012 a Venezia (le due precedenti avevano toccato i 102 e 101 centimetri).

CLEOPATRA - Se a Roma il suggerimento della protezione civile è di muoversi il meno possibile, anche il Nordest dovrà suo malgrado accogliere la visita di "Cleopatra", la perturbazione che porterà piogge copiose (e soprattutto continue) prima tra Piemonte e Liguria, poi fino anche al Veneziano.

 

VENERDI NEBBIA - Martedì stesso copione. Ombrello a portata di mano e occhio alle temperature, che si abbasseranno in modo consistente. Dopo due giorni di tregua (mercoledì e giovedì), è possibile che in pianura Padana faccia capolino la nebbia, a partire da venerdì.

 

L'ACQUA ALTA NON FERMA LE NOZZE, LA SPOSA ARRIVA CON LE CONVERSE

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento