Previsioni "catastrofiche" ma sulle spiagge splende il sole: è polemica

C'è chi quantifica in cinque milioni di euro le perdite derivanti dagli annunci di piogge nel weekend sul litorale veneziano. Turisti e pendolari domenica hanno disertato la tintarella

Non è la prima volta che succede. E non è la prima volta che dalle associazioni turistiche del litorale arriva la richiesta di installare una centralina per le previsioni meteo vicino alla costa. Ora, infatti, quelle operanti si trovano nell'entroterra. Il motivo del contendere sono le annunciate piogge che domenica e il fine settimana avrebbero dovuto interessare Jesolo, Caorle, Eraclea, Sottomarina e Bibione. Tra lettini e ombrelloni semivuoti, invece, per alcune ore ha fatto capolino uno splendido sole. Il presidente dell'associazione jesolana albergatori (Aja) Massimiliano Schiavon si fa i conti in tasca, affermando che a causa delle previsioni meteo negative sono stati persi circa 5 milioni di euro.  

Pendolari delle spiagge e turisti non hanno risposto al richiamo della tintarella. Anzi, hanno disertato i litorali per evitare di rimanere vittima di improvvisi scrosci di pioggia. Risultato: danni ingenti alle casse di campeggi e hotel, che si sono visti arrivare molte disdette. D'altronde il "termometro" dell'afflusso alle spiagge, ovvero le code in autostrada e sulla Jesolana, domenica ha dato un responso chiaro: zero rallentamenti, a parte i disagi sulla Venezia-Trieste causati dai rientri dei vacanzieri.

Per far sì che errori grossolani del genere non accadano più, il presidente dell'associazione albergatori veneti Marco Michielli ha rilanciato l'idea di avviare delle previsioni meteo specifiche per la costa. Suo interlocutore obbligato la Regione, il cui assessore al Turismo Marino Finozzi incontrerà gli operatori del settore nei prossimi giorni. Due i problemi all'orizzonte: i soldi, ce ne vorranno molti, e la necessità per ottenere previsioni all'altezza di monitorare le condizioni meteo per cinque anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Maltempo, allagamenti e spiagge distrutte lungo la costa veneziana

  • L'outlet di Noventa si fa ancora più grande e strizza l'occhio ai giovani

Torna su
VeneziaToday è in caricamento