Investe un 12enne alle spalle, poi non gli presta soccorso: pirata della strada in fuga

È successo venerdì pomeriggio a Fossò. Il ragazzino, per fortuna, non avrebbe riportato conseguenze. Testimone di quanto successo un contadino che stava lavorando sui campi

L'ha investito, poi si è data alla fuga. Come riporta il Gazzettino, è la disavventura capitata ad un 12enne di Fossò, incidente che per fortuna non ha avuto serie conseguenze per lui, ma che potrebbe averle per la donna al volante che non si è fermata per prestare soccorso al ragazzino.

Tamponato alle spalle

Il fatto è successo venerdì pomeriggio in via Favalli, in prossimità della zona industriale. Il ragazzo ha spiegato di essere stato tamponato da un'automobile alle spalle, quando si trovava sul lato destro della strada. Poi è sbalzato dalla bicicletta. Testimone della scena, quanto meno di parte di essa, un contadino che stava lavorando nei campi: l'uomo ha spiegato di aver sentito il botto, di aver visto il ragazzo a terra e poi una Y10 rallentare e poi accelerare. Impossibile per l'uomo vedere la targa della pirata della strada, della quale è riuscito a scorgere a mala pena il profilo. Forse di una donna di mezza età.

La denuncia a polizia locale e carabinieri

I genitori del ragazzo si sono quindi rivolti alla polizia locale della Riviera del Brenta, per verificare se nelle immagini di videosorveglianza della zona ci fossero elementi per risalire alla pirata della strada. Lo stesso hanno poi fatto con i carabinieri di Vigonovo. I genitori del ragazzo, condotto in pronto soccorso per accertamenti a seguito della caduta, hanno lanciato un appello, affinché chiunque avesse visto qualcosa, vada a riferirne i dettagli ai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento