Vanno al largo per una battuta di pesca di seppie, si perdono nella nebbia: recuperati

L'episodio domenica mattina nei pressi di Caorle: provvidenziale l'intervento della Guardia costiera

La fitta nebbia che alle prime ore di domenica mattina limitava la visibilità a pochi metri non ha scoraggiato due pescatori sportivi che si sono avventurati per una battuta di pesca alle seppie a largo di Porto Falconera di Caorle. Tuttavia, la prolungata navigazione a lento moto e l’assenza di riferimenti hanno portato i due malcapitati a perdere l’orientamento e a chiamare i soccorsi.

Repentina è stata la risposta della Guardia Costiera di Caorle che, attraverso l’intervento del proprio battello litoraneo veloce GC A03, ha subito raggiunto l’imbarcazione dispersa e l’ha scortata presso il Porto di Baseleghe, non potendo farla rientrare a Porto Falconera per basso fondale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con l’occasione la Guardia Costiera ricorda l’importanza di pianificare preventivamente la navigazione, tenendo in debita considerazione le condizioni meteo-marine e la presenza a bordo delle previste dotazioni di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento