Scout speed, altro ricorso rigettato a San Donà. Vicesindaco: "Fare attenzione"

Il giudice di pace si pronuncia un'altra volta respingendo la contestazione a una sanzione di un cittadino. "Una linea consolidata - commenta Trevisiol - si può rappresentare un pericolo"

Sui ricorsi dei cittadini per le multe comminate dagli autovelox "invisibili" a San Donà di Piave il giudice di pace continua a mantenere la stessa linea, respingendoli. E' accaduto in un nuovo caso di sanzione scattata per un eccesso di velocità superiore ai 20 chilometri, rispetto al limite dei 50 orari. Anche all'inizio del mese di marzo e circa due settimane fa il prefetto e lo stesso giudice si erano pronunciati dando ragione all'amministrazione LEGGI L'ARTICOLO

"Siamo ancora in attesa del deposito delle motivazioni ma ormai sembra che la linea sia consolidata – commenta il vicesindaco, Luigi Trevisiol – Perciò raccomando nuovamente attenzione. Se su strade dove vige il limite dei 50 chilometri orari si procede a oltre 70, si può rappresentare un pericolo ed è giusto sapere che si può essere sanzionati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, crollo a Ca' Pesaro

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento