Limite di pm10 superato per 4 giorni: scatta il livello arancio

Entrano in vigore a Venezia le misure di limitazione alla circolazione dei veicoli per il contenimento degli inquinanti atmosferici

Limite di pm10 superato per 4 giorni consecutivi a Venezia e scatta il livello 1 "arancio". Da domani, venerdì, e fino a nuova comunicazione, entreranno in vigore le misure di limitazione alla circolazione veicolare per il contenimento degli inquinanti atmosferici previste.

Prescrizioni

Nello specifico il livello 1 “Arancio” vieta la circolazione per tutti i giorni della settimana, compresi quindi anche sabato e domenica, dalle 8.30 alle 18.30, di ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, di autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e dei veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3. Per quanto riguarda l’utilizzo degli impianti termici e delle combustioni, in questi giorni sarà vietato utilizzare impianti termici a biomassa di classe inferiore alle 3 stelle e sarà vietato effettuare combustioni all’aperto. Si ricorda inoltre che non è possibile, in livello arancione, effettuare lo spandimento di liquami zootecnici, in quanto rilasciano composti azotati precursori della formazione di polveri sottili in atmosfera.

Prossimo controllo

Il divieto, come anticipato, sarà valido fino al prossimo giorno di controllo previsto per lunedì prossimo, quando il nuovo bollettino Arpav segnalerà se mantenere il livello 1, passare a livello 2 o retrocedere a livello 0 “Verde” se le concentrazioni di PM10 presenti in atmosfera saranno rientrate al di sotto della soglia dei 50 microgrammi/m3.

L'interrogazione

«Ho depositato giovedì in Municipalità a Favaro Veneto una interrogazione sulle misure di limitazione del traffico che entreranno in vigore venerdì - scrive Alessandro Baglioni, capogruppo del Partito Democratico -. Pongo il problema delle zone non servite dal mezzo pubblico, chiedendo come l’amministrazione intenda garantire la mobilità. A Favaro ci sono diverse zone in queste condizioni (come ad esempio via Ca’ Colombara, via Cimitero Dese, via Litomarino, via Pialoi, via Bosco Costa, via Praello, via Paliaga, via Piovega, via Ca’ Zorzi, via Ca’ Solaro (e tutte le strade dell’abitato di Ca’ Solaro). E anche le zone servite dai mezzi necessitano che questi siano potenziati. Chiedo anche se il Comune intenda promuovere il trasporto pubblico, ad esempio con la tariffa Ecobus che veniva istituita negli anni passati, o altri interventi per limitare le polveri sottili, come le pulizie straordinarie delle strade della Municipalità».

Potrebbe interessarti

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • I consigli per una lavastoviglie pulita e senza cattivi odori

  • Puntura di medusa: cosa fare? Verità e falsi miti

  • Rifiuti ingombranti a Venezia: una guida su come eliminarli

I più letti della settimana

  • Schianto frontale tra un'auto e un autobus: due morti e feriti gravi sulla Triestina

  • Auto fuori strada finisce nel canale, perde la vita un 23enne

  • Fuori strada in moto, morto un ragazzo

  • Si sente male e muore in spiaggia a Jesolo

  • Lenzuola: ogni quanto vanno cambiate e perché

  • Trovato morto nella sua auto a 24 anni: sospetta overdose

Torna su
VeneziaToday è in caricamento