Tassa d'ingresso, comitati cittadini a Ca' Farsetti: «La città non è un museo»

Mercoledì il Gruppo25Aprile e Venezia Cambia sentiti sull'imposta, oltre a Confartigianato, Aepe, Ava e Aci

Foto: Comitati a Ca'Farsetti mercoledì, immagine del Gruppo25Aprile

Anche i comitati cittadini a Ca'Farsetti mercoledì, alla seduta delle commissioni consiliari che esaminano la tassa di ingresso. Il Gruppo25Aprile, con il portavoce Dario Vianello, e Venezia Cambia con Marco Zanetti, erano attorno al tavolo assieme a Confartigianato, Ava, associazione abergatori, Aepe, dei bar e ristoranti, e Aci dei trasporti. 

"Baratto"

«Sentite le affermazioni dell’assessore Zuin - scrive il 25Aprile - abbiamo avuto la netta percezione di un baratto: quello che ci vedrebbe rinunciare ai trasferimenti della legge speciale in cambio di una tassa di scopo, con la conseguente impossibilità di utilizzare queste risorse ad esempio per le politiche della casa, che invece sono irrinunciabili. L’assessore Zuin in aula ha anche affermato che "Venezia è un museo a cielo aperto". Come piattaforma civica che da 5 anni si batte per dare un futuro a Venezia come città viva, denunciamo questa visione a nostro avviso distorta, e ci chiediamo perché, per un contributo che dovrebbe funzionare come meccanismo di regolazione dei flussi d'ingresso, solo l'assessore al Bilancio, Michele Zuin, sia presente alla discussione, mentre quello al Turismo, Paola Mar, rimanga assente dai dibattiti».

"Emendamenti"

Il comitato ha inoltre proposto sostanziali modifiche al testo della delibera, in particolare chiedendo al Comune di «esentare dal pagamento del tributo i veneziani iscritti all'Aire (Anagrafe Italiani Residenti all'Estero), i giornalisti (professionisti o pubblicisti) in servizio per le testate rispettive, i clienti o utenti con appuntamento in studi professionali o uffici pubblici, e di specificare che ai residenti non venga richiesta autocertificazione di alcun tipo, essendo sufficiente la presentazione della carta di identità. Si chiede anche che nei giorni di minore traffico, detti a bollino verde, la tassa venga fissata a zero».

Le commissioni

Entro la fine di febbraio le commissioni consiliari dovrebbero portare a tracciare la sostanza del provvedimento, per un'entrata in vigore nel periodo immediatamente successivo. Resta in sospeso la questione della Ztl sul ponte della Libertà, «ma - affermano i 25Aprile - difficilmente vedremo altre città beneficiare di risorse analoghe: tassa di soggiorno, tassa di ingresso, Casinò, addizionale dei biglietti Actv per i non residenti, il patto per Venezia e i fondi del bando periferie: una cifra che potrebbe superare i 150 milioni all'anno ».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina al Tronchetto: la vittima colpita con una pistola. Telecamere al setaccio

  • Cronaca

    Fatture false, sequestro da 600mila euro a una lavanderia

  • Mestre

    Impianti pagati, ma pazienti senza cure: verso la chiusura la clinica "IdeaSorriso"

  • Mestre

    Poliziotti si fingono impiegati di banca e arrestano un uomo con documenti falsi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Venezia: anziano uccide la moglie con una coltellata

  • Auto nel Sile: i sommozzatori la recuperano, poi ne trovano un'altra

  • Ciclista investito finisce a terra e perde la vita

  • Colpito alla testa e derubato del trolley, dentro decine di migliaia di euro in contanti

  • Incendio all'hotel Excelsior: fiamme in cucina nella notte

  • Scomparso da giorni, ammette: «Ero fuggito per debiti di droga»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento