Violento temporale venerdì sera colpisce Mestre, Mirano e Scorzé

Dopo le alluvioni e i problemi di giovedì e a seguito di una breve tregua nel pomeriggio di venerdì, un'altra bomba d'acqua è caduta nel Veneziano

A sole poche ore di distanza dal nubifragio che giovedì ha causato danni e morti in tutto il Veneto, la pioggia è tornata a cadere nella provincia di Venezia. Dopo una momentanea tregua nel pomeriggio di venerdì, quando, intorno alle sei di sera, è apparso persino qualche raggio di sole, alle ore 21 le nubi hanno tornato ad ammassarsi sopra il Veneziano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BOMBA D'ACQUA - Le prime avvisaglie del temporale si sono viste in direzione di Spinea e Scorzé, dove pesanti ammassi di nubi nere hanno attraversato il cielo già prima delle 21. Poi, in pochi minuti, la tempesta è arrivata anche a Mestre, anticipata da un forte vento che scuoteva violentemente gli alberi e le imposte delle case. La pioggia è caduta violentemente a partire dalle 21.20, poi si è interrotta per qualche minuto, solo per riprendere alle 21.30. Maggiormente colpite sono state le zone di Mirano e Scorzé, dove i cittadini stanno ancora facendo i conti con i danni di giovedì. La "bomba d'acqua" a Mestre si è spenta già intorno alle 21.45, ma l'allerta resta alta. Suscitano particolare apprensione fiumi e canali, ancora tenuti sotto stretta osservazione. In particolare il Sile già prima del temporale stava raggiungendo livelli preoccupanti. I vigili del fuoco e la protezione civile di Quarto d'Altino restano quindi in piena allerta, pronti al rischio esondazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento