Truffa online, derubato di mille euro dopo aver svelato i dati del suo conto corrente

Raggiro a segno con la tecnica del phishing, vittima un uomo di Mira. I carabinieri sono arrivati ad una donna della provincia di Messina, ma le indagini continuano

È caduto nella trappola tesa da abili criminali dediti alle truffe online. Rimanendo vittima di phishing, ovvero quel tipo di raggiro via web attraverso cui la vittima viene convinta a fornire informazioni personali, in questo caso dati finanziari e codici di accesso al proprio conto corrente bancario. I malintenzionati riescono - ad esempio inviando mail ingannevoli - a fingersi enti affidabili e quindi ad ottenere le informazioni che cercano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo caso a denunciare l'accaduto è stato un 56enne residente a Mira, che si è rivolto ai carabinieri dopo che gli erano stati sottratti circa mille euro. Avviate le indagini del caso, i militari sono arrivati all'intestatario del conto in cui il denaro era confluito, intestato a una signora di 73 anni residente a Messina. Si tratta certamente di una persona che ha poco a che fare con i reali truffatori, "usata" per coprire le attività illecite. Gli accertamenti proseguono quindi per cercare di identificare i veri autori del raggiro. Per l'anziana è comunque scattata una denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Coronavirus, i dati aggiornati del 26 marzo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento