menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Turista di oltre 100 chili rischia di annegare al Lido: salvato da bagnino

Un turista ha rischiato di annegare, mercoledì, al Lido di Venezia. A metterlo in difficoltà il mare mosso e la stazza. L'uomo è stato soccorso da un bagnino e da un'altra turista

Il mare mosso e la stazza, ieri, hanno rischiato di mettere fine alla vacanza di un turista dell'Est Europa al Lido di Venezia. L'uomo, di oltre 100 chili, è stato forse colto da un malore e salvato da un bagnino.

Il turista si era immerso davanti all'Hotel Excelsior ma, giunto dove l'acqua era più profonda, ha cominciato ad annaspare. Il bagnino lo ha individuato e raggiunto subito a nuoto, ma la mole dell'uomo, unita alle onde alte, gli ha creato non poche difficoltà. Non potendolo trascinare a riva, il bagnino ha spinto il turista verso una diga, mentre un'altra ragazza in vacanza andava loro incontro per aiutarli.

Portato in salvo, il turista è stato portato all'infermeria dello stabilimento per le cure del caso.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      E' stata la volpe. Il responso degli esami sugli animali morti: "Ci sono solo ferite da morso"

    • Cronaca

      Ancora gravi le condizioni di Maria Teresa, Bellemo viene piantonato in ospedale

    • Cronaca

      "Sos Natura si ferma qui e forse non riaprirà più. Sono riusciti a bloccarci sul nascere"

    • Cronaca

      Accoltella la moglie a seguito di un violento litigio: entrambi in prognosi riservata

    Torna su