SFREGIO ALLA MEMORIA Vandali imbrattano monumento delle Foibe

Falce e martello e due stelle a cinque punte scritte con vernice spray rossa a Marghera proprio alla vigilia della giornata del Ricordo

Il monumento preda dei vandali

Ancora un atto vandalico. Ancora contro il monumento ai Martiri delle foibe e agli Esuli istriani collocato nell'omonimo piazzale di Marghera. E' il terzo che l'opera subisce. L'ultimo alla vigilia della giornata del ricordo. Nella notte tra sabato e domenica qualche malintenzionato "armato" di bomboletta spray rossa ha deturpato ancora una volta la targa che ricorda i caduti dalmati e fiumani e tutti coloro che "per rimanere liberi e italiani" hanno dovuto abbandonare le proprie case. Una falce e martello in centro, due stelle a cinque punti a far da contorno.

Ad aprile 2012 la targa venne trafugata per poi essere ritrovata qualche giorno più tardi nascosta in una siepe del parco di via Cavour dai carabinieri. Venne rimessa "com'era e dov'era" dall'amministrazione comunale auspicando che non si verificassero più episodi del genere. Invece la cronaca deve registrare ancora una volta uno sfregio alla memoria. Alla vigilia della giornata istituita proprio per non dimenticare ciò che accadde decenni or sono.

"Ogni anno la storia di ripete - commenta il capogruppo Udc a Ca' Farsetti Simone Venturini - Di notte, come il più pavido dei ladri, qualche vigliacco decide di giocare con la memoria, con il dolore delle persone e con la storia. La tragedia delle foibe e dell'esodo, per troppo tempo colpevolmente taciuta, è ormai una verità storica. Solo qualche ignorante imbevuto di cieca ideologia può tentare occultarla con della vernice rossa. Solo minoranze ancorate a schemi biechi e passati possono avere ancora paura degli insegnamenti della storia. La vernice si cancella, la Storia no".

IL COMMENTO DEL SINDACO ORSONI - “Deploro questo continuo accanimento contro il monumento ai Martiri delle Foibe a Marghera - ha commentato il sindaco Giorgio Orsoni -  Sono azioni compiute da soggetti ideologicamente ispirati da culture dell’intolleranza e del conflitto continuo verso chi è stato vittima di azioni barbare. Le vittime di quella tragedia non vanno solo ricordate, ma rispettate e onorate da tutti coloro che hanno un briciolo di umanità”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di willi
    willi

    è la reiterazione di atti similari , il tragico é che, penso , si sappia con una buona approssimazione chi ne può o ne possono essere il/gli autori , ma probabilmente o mancano le prove o..... ,

  • Avatar anonimo di carolus
    carolus

    Chi ha imbrattato non è un malintenzionato, ma un sincero democratico comunista della peggior specie.

  • Avatar anonimo di olaf
    olaf

    A chi giova tutto ciò? Qui prodest?

  • con questo bruto episodio è la conferma che a marghera ci si deve intervenire energicamente e non lasciata allo sbando ci si deve far intervenire il sindaco e il prefetto per mettere in sicurezza publica marghera che si sta peggiorando in giorno in giorno con prostituzione da via f bandiera che si sspande fin dentro al centro di marghera ,rapine ,borseggi droga ed altri atti di vandalismo e persone come irregolari che vanno a dormire nei edifici abbandonati e da manifestarzi del fenonemo barbanera che si stanno aumentando e spandarsi asempre di piu come sotto il cavalcavia e sotto il ponte stralato e dopo lavoro enichem che a volte girano x la citta domandando carita e andando a cassonetti sporcando la citta . sarebbe ora chequalcuno si interessa di marghera con piu presenza delle forze dell ordine e anche dei vigili che a marghera sono o quasi scompariti su una citta di piu di 30000 abbitanti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente a Eraclea, un'automobile finisce in canale

  • Cronaca

    Incendio in albergo: vigili del fuoco impegnati per ore

  • Sport

    Partita tirata ma alla fine la Reyer la spunta: vittoria contro Dolomiti Trentino

  • Meteo

    Le piogge non cessano di flagellare la Regione: fiumi gonfi, resta lo stato di attenzione

I più letti della settimana

  • I parcheggi gratuiti a Mestre e Venezia

  • A Venezia compare un graffito di Banksy

  • È morta Mamma Rosa: «Una vita per dare amore agli animali»

  • Selfie sul pontile, scivola in acqua e muore annegato

  • Fatture false per 25 milioni: 12 arresti, un chioggiotto nella triade del sodalizio

  • Acqua e limone a digiuno la mattina: verità o falso mito?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento