Venezia presa d'assalto, "orda" di turisti in città per la Biennale

Venerdì battelli e calli cittadine erano al limite della sopportazione, complice anche il maltempo, ma Actv fa sapere di aver già aumentato le corse

Il centro storico si prepara a reggere “l'urto” di migliaia e migliaia di turisti. Dopo le anteprime, le presentazioni e le inaugurazioni, sabato apre infatti ufficialmente i battenti la 55esima Esposizione internazionale d'arte contemporanea, e in città si sono riversate “ondate” di visitatori intenzionati a raggiungere il prima possibile i Giardini di Castello.

BIENNALE 2013: TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

RESSA NEI BATTELLI – La “prova generale”, come riporta il Gazzettino, è stata già venerdì, quando per le calli e i campielli del centro storico si sono riversati migliaia di turisti “affamati” di arte contemporanea. Pioggia e freddo, poi, non hanno aiutato, creando invece parecchio caos in più lungo le fondamente. I vaporetti sono stati presi d'assalto, gli imbarcaderi stracolmi testimoniavano la difficoltà di salire a bordo in una giornata come quella di venerdì quando ai “foresti” si aggiungevano anche i tanti veneziani che cercavano un posto in battello per evitare la pioggia. La linea 1, con il suo percorso da “girocittà”, è stata ovviamente quella che ha dovuto sopportare il maggior carico di persone, e la cosa ha portato spesso ad accumulare piccoli ritardi, con conseguenti lamentele dei cittadini. Actv comunque ha incrementato il servizio della linea 6 che collega piazzale Roma con i Giardini, arrivando ad offrire quasi un battello ogni 10 minuti, e di aver creato corse bis non solo in Canal Grande ma anche tra San Marco e i Giardini. Oltre a questo molti visitatori delle esposizioni sono stati dirottati sul vaporetto dell’arte.

FERRY ALLA BIENNALE, PELLESTRINA ISOLATA

TUTTO PIENO – Nella giornata di venerdì si è registrato anche il tutto esaurito al garage comunale e agli approdi tra riva degli Schiavoni e Sant'Elena. Alla vigilia dell'inaugurazione un fattore importante è stato sicuramente il maltempo, che ha dirottato molti turisti dalle spiagge del Lido fino alle calli del centro storico, ma anche se la giornata di sabato si preannuncia più fortunata da questo punto di vista, con un vivace sole che brilla in un cielo relativamente sgombro di nuvole, non ci si può aspettare che nel giorno dell'apertura dei padiglioni della Biennale le cose migliorino. Intanto dagli ormeggi degli yacht si continua a registrare il completo, e gli operatori del settore rendono noto che si tratta di clienti che, come scrive il quotidiano locale, sono in grado di spendere anche 10mila euro in una sola giornata. Sul fronte grandi navi, poi, le cose sono destinate a farsi ancora più serie: venerdì erano in città solo i tremila turisti di una Msc, ma sabato in Laguna le navi da crociera saranno tre, tutte cariche di persone. Giornate di fuoco, quindi, per i cittadini, ma un simile afflusso turistico potrebbe anche portare nuovo respiro all'economia veneziana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento