Portogruaro baciata dalla fortuna Scommesse: è un boom di vincite

Prosegue il filotto fortunato alla ricevitoria "da Olivo" di via Trieste: nel weekend 16 persone hanno giocato 34 euro vincendone 13.500 a testa

Una ricevitoria baciata dalla fortuna, un’incredibile serie di vincite che negli ultimi mesi ha portato l’entusiasmo alle stelle. L’attività si trova in via Trieste e a Portogruaro, si chiama “da Olivo” ed è gestita da Gabriele Nogherotto. Come riporta La Nuova Venezia, è qui che nel weekend è stato centrato uno dei tre “14” registrati in Italia tra tutti i giocatori del Totocalcio. Un gruppo multietnico di 16 persone ha scommesso sulle partite della Serie B, azzardando improbabili risultati in trasferta, ed è andata bene: ognuno di loro ha investito 34 euro a testa portandone a casa ben 13.500 a testa.

E non è certo la prima volta che si festeggia nella ricevitoria di Portogruaro. Da gennaio sommando le varie vincite si sfiora il milione di euro.  Lo scorso mese quattro nigeriani avevano puntato due euro a testa sulle partite calcistiche delle nazioni, intascandosi ben 8.878 euro a testa. “Con questa vincita posso saldare qualche debito con chi mi aveva prestato del denaro in occasione della nascita della figlia” raccontò uno dei quattro al titolare.

Il tam-tam ora corre rapidamente in città, le ultime vincite hanno scatenato un effetto-contagio e sempre più giocatori vogliono provare l’ebbrezza delle scommesse calcistiche, dove la vincita non è sancita solo dalla dea bendata ma pure dalla competenza di chi punta su una squadra piuttosto che sull'altra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

Torna su
VeneziaToday è in caricamento