Chioggia: ubriaco prende a calci e pugni il padre 77enne, finisce arrestato

G.P., 48enne, è stato fermato dai carabinieri dopo che era arrivata loro la richiesta d'aiuto dell'anziano, poi finito all'ospedale al pari di un agente. Il figlio è stato condannato a 22 mesi

Non era la prima volta che andava in escandescenze e picchiava il padre. G.P., 48enne di Chioggia, è stato arrestato ieri per maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Davanti al giudice, stamattina, ha patteggiato una condanna a 22 mesi di reclusione in carcere.

 

Le forze dell'ordine sono intervenute ieri dopo aver ricevuto la richiesta d'aiuto da parte del padre 77enne, che piangendo ha chiamato la caserma dei carabinieri per chiedere che il proprio figlio, ubriaco, venisse fermato. Quando la pattuglia è arrivata, l'anziano era in strada, tenendosi per il dolore il costato. Era stato appena colpito con calci e pugni da G.P, già noto ai militari dell'Arma.

Nel momento in cui ha visto gli uomini in divisa avvicinarsi, il 48enne è diventato ancora più violento. Ribellandosi all'arresto, ha mandato un carabinieri al pronto soccorso con lesioni guaribili in cinque giorni. Il doppio più grave, invece, la prognosi nei confronti del padre, che non era la prima volta che finiva nel mirino del figlio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

  • Badante si schianta con l'auto: aveva un tasso alcolemico di 3,33

Torna su
VeneziaToday è in caricamento