Reati contro gli anziani, si gioca di squadra: un vademecum per debellare la piaga

L'iniziativa è stata presentata venerdì. L'assessore Venturini: "Collaborazioni sempre benvenute". Il dirigente del commissariato Vomiero: "I cittadini sono l'occhio del poliziotto"

Reati contro gli anziani, si gioca di squadra. "E' la ricetta migliore", sottolinea il dirigente del commissariato di Mestre, Eugenio Vomiero. Per questo motivo l'Anp, associazione nazionale pensionati della Cia Venezia, ha predisposto un vademecum con l'obiettivo di informare chi è della terza età sui comportamenti corretti da tenere per evitare di diventare vittima di truffe o furti. Del resto i dati parlano chiaro: secondo l'Istat nel 2014 si è registato un reato ogni 11 minuti, più di 5 all'ora. In tutto sono 46.3399 l'anno e si tratta solo di quelli denunciati nella provincia di Venezia. Tra questi quasi 30mila sono furti (con destrezza, in abitazione o in auto) e truffe. Sono numeri che, secondo uno studio della Confartigianato pubblicato nel 2015 decretano come il territorio lagunare sia maglia nera in Veneto per quanto riguarda i reati contro gli anziani. 

"La situazione negli ultimi mesi sta sensibilimente migliorando - ha però puntualizzato Vomiero, in occasione della presentazione dell'opuscolo nella sede della Cia a Marghera - In questo le politiche sociali e le iniziative come questa sono fondamentali. Perché il vero occhio del poliziotto sono i cittadini. Dove c'è un patronato che funziona, per esempio, non ho problemi di droga. I mercatini ai giardini di via Piave sono un grande esempio di come recuperare una zona. Ora lì è tutto pulito. Grazie agli agricoltori. Quest'anno arriviamo a dieci anni dalla nascita di "Ocio Ciò", un progetto che portiamo avanti con entusiasmo in aiuto degli anziani. Servono politiche sociali di questo tipo, ma serve anche la certezza della pena, e questo è un problema serio. Oggi la  gente ha paura di tutto e di più. Se ne viene fuori con un lavoro concertato sul territorio. Ogni giorno. Bisogna animare le piazze e i parchi. Poi se ti rimettono in libertà il ladro che hai arrestato poche ore prima...".

A "benedire" l'iniziativa anche l'assessore ai Servizi sociali, Simone Venturini: "Credo che questa novità potrà dare un contributo fondamantale sul fronte sicurezza per gli anziani - ha dichiarato - Il Comune promuove molte iniziative, come 'Ocio Ciò' e gli eventi al parco Piraghetto. Speriamo di riuscire ad allacciare altre collaborazioni come questa con la Cia, confederazione degli agricoltori. Raddoppieremo il nostro impegno". Il vademecum si caratterizza per diverse sezioni: la prima si concentra sui tranelli via Internet, a seguire si mette in guardia da "maghi e cartomanti", da "vendite e televendite" e si spiega come competarsi "se suonano alla porta" o "in strada". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nell'ultimo biennio - spiega il presidente provinciale dell'anp Giusepppe Scaboro - i numeri relativi ai reati nel nostro territorio sono in leggero calo, grazie anche al prezioso e incessante lavoro delle forze dell'ordine. Ma i dati a nostra disposizione evidenziano un aumento di casi che vedono come vittime gli anziani. Nel 2011 i casi di furti e truffe erano 12.871. In pochissimo tempo, secondo l'Istat, siamo passati a 18.718 nel 2014. Un aumento del 46%". L'opuscolo è stato realizzato con il contributo dello Studio 3A di Venezia: "Siamo una società che si occupa di responsabilità civili e penali - spiega Daniela Vivian, direttore commerciale dello studio - Secondo noi è fondamentale investire sull'informazione e la trasparenza. Questo progetto ci rappresenta". L'invito oltre che alla prudenza è anche di rivolgersi alle forze dell'ordine. Nel volantino sono pubblicati in evidenza i recapiti di polizia, carabinieri e guardia di finanza. "Illustreremo i contenuti del vademecum in quattro mandamenti del nostro teritorio attraverso incontri ad hoc. Il primo sarà a Noale il 22 giugno, poi a settembre saremo a Camponogara, San Donà di Piave, Portogruaro e Chioggia. Il materiale sarà distribuito in tutte le sedi della Cia, oltre che negli incontri pubblici". In prima linea l'intera Cia di Venezia: "Sosteniamo con forza questa iniziativa - ha spiegato il presidente Paolo Quaggio - è importante rimarcare il ruolo sociale della nostra associazione dei pensionati. Persone che hanno ancora molto da dare alla società. I rischi che dobbiamo combattere sono l'isolamento e la solitudine".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento