Mestre, Ztl-Merci: entro il 2012 attive 11 telecamere agli accessi del centro

Primo passo dell'operazione tolleranza zero decisa dal Comune, saranno poi messi altri 37 dispositivi di sorveglianza nel Veneziano, Bergamo: "Strade più sicure, meno inquinamento"

Il Comune si prepara a dare ufficialmente il via all'operazione "tolleranza zero", nei confronti del transito non autorizzato dei mezzi pesanti nel territorio di sua competenza: "Entro la fine del 2012 entreranno in funzione le prime 11 telecamere ai varchi di entrata della ‘Ztl-Merci’ di Mestre centro. Poi, entro il 2013, saranno via via accese anche le altre 37, previste agli accessi delle altre zone a traffico limitato per i mezzi pesanti di  Favaro, Chirignago-Zelarino, Trivignano e Marghera”. A darne notizia è stato l’assessore comunale alla Mobilità, Ugo Bergamo, stamattina, nel corso della conferenza stampa a Villa Ceresa, alla quale hanno partecipato anche il dirigente della Mobilità terrestre ed acquea del Comune, Loris Sartori, la dirigente della Pianificazione Infrastrutture Viabilità e Trasporti, Silvia Grandese, il vicecomandante della Polizia Municipale, Gianni Paganin e il direttore di Avm, Alessandra Bolognin.

Stando a quanto riportato da Bergamo, gli obiettivi ideali che si cerca di perseguire attraverso i nuovi dispositivi di sorveglianza sarebbero fondamentalmente due: "Da un lato rendere meno intasate e più sicure le nostre strade, dall’altro diminuire l’inquinamento". Attualmente, ha proseguito, "sono circa 500 i permessi rilasciati ad altrettante ditte, per il transito nelle ‘Ztl-Merci’ dei mezzi oltre i 35 quintali, ma purtroppo sono ancora molti, nonostante i controlli della Polizia Municipale, i camion non autorizzati che circolano all’interno di esse”.

Le prime telecamere saranno accese entro l’anno in Corso del Popolo, via Cappuccina, viale Garibaldi, via Fradeletto, via Colombo, via Circonvallazione, via Pio X, via San Rocco e via Monteverdi. Sarà poi la volta di via Vallon, via Pasqualigo, via San Donà, via Vallenari, viale Vespucci, viale San Marco, via forte Marghera e via Sansovino. Saranno quindi poste ai varchi della “Ztl-Merci” di Favaro altre 7 telecamere, 14 in quella di Chirignago-Zelarino, 3 a Trivignano e 13, infine, a Marghera. La spesa complessiva sarà di poco più di 1.300.000 euro.  

Chi non è in possesso dei permessi, ha ricordato infine l'assessore, può comunque usufruire del “Sistema ‘log in’, la piattaforma di scambio merci esistente in via dell’Azoto: i camion possono lasciare il loro carico là, che sarà portato a destinazione, nei vari negozi, nella stessa giornata, da automezzi ecologici, elettrici o a metano, senza nessun aggravio di spesa per i commercianti. Questo sistema garantisce attualmente 20.000 consegne l’anno in centro città, con una notevole diminuzione anche delle emissioni di sostanze inquinanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I benefici della cyclette, un attrezzo per tornare in forma in poco tempo

  • Il bar di Venezia che riapre con tutti gli impianti a prova di acqua alta

  • Cocaina e 70mila euro in casa: un altro arresto a Chioggia

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Volo dell’Angelo 2020, Venezia è pronta

Torna su
VeneziaToday è in caricamento