In estate il museo del manicomio di San Servolo sarà aperto al pubblico

Dopo l'apertura straordinaria del ponte pasquale, per tutta la primavera e l'estate i visitatori potranno visitare le esposizioni, nonché l'archivio storico dell'isola

L'isola di San Servolo

Dopo l’apertura straordinaria dello scorso aprile in occasione del lungo ponte pasquale, il museo del manicomio di San Servolo è pronto ad offrire, per il periodo primaverile ed estivo, opportunità speciali ai numerosi turisti e ai veneziani per avvicinarsi alla storia dell’isola lagunare. Il museo è aperto al pubblico ogni giorno: dal lunedì al giovedì con le due consuete aperture giornaliere delle 10.45 e delle 14; ogni fine settimana (fino a domenica 22 settembre) con il seguente orario: venerdì dalle 15.30 alle 17.15, sabato e domenica dalle 11.30 alle 17.15.

Il museo

Il museo del manicomio, di proprietà della Città metropolitana di Venezia e gestito dalla società San Servolo srl, raccoglie documenti  (riproduzioni di cartelle cliniche, registri, stampe, fotografie) che introducono brevemente alla storia dell’Isola di San Servolo, dai primi insediamenti dei frati benedettini alla chiusura dell’ospedale il 13 agosto 1978 per effetto della “legge Basaglia”, mettendo in mostra strumenti di contenzione (manette, blocca caviglie, manicotti), docce per l’idroterapia, manufatti dei pazienti (ergoterapia), varia strumentazione scientifica e clinica (dai microtomi ai microscopi, dai craniometri lombrosiani agli strumenti per elettroshock). Nel museo sono esposte anche varie foto che riproducono la vita quotidiana del manicomio e una sezione, unica nel suo genere, di fotografie comparative dei pazienti prima e dopo il ricovero a San Servolo. Completa l’originale esposizione museale una ricostruzione della sala anatomica contenente una raccolta di crani e cervelli, tutti patologici, conservati col metodo della plastinazione, il tavolo anatomico originale e la strumentazione di fine ‘800.

Archivio storico

I visitatori possono anche visionare l’archivio storico di San Servolo che raccoglie una ricca e interessante documentazione che racconta l’attività manicomiale iniziata in isola nel 1725 con il ricovero del primo "pazzo". Un patrimonio storico unico (cartelle cliniche, documentazione amministrativa, registri, ecc.), fonte di memoria storica per l’isola di San Servolo, per la Città metropolitana di Venezia e per la storia della medicina psichiatrica dagli albori fino ai giorni nostri. L’archivio è aperto per consultazioni e informazioni il martedì, mercoledì e giovedì dalle 9.30 alle 13.Per raggiungere l’isola di San Servolo è a disposizione la comoda e veloce linea 20 di Actv che parte ogni mezz’ora da San Zaccaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave incidente nautico al Lido, tre morti

  • Dimentica la rete internet accesa per 4 ore: maxi bolletta da 16mila euro

  • Appartamento divorato dalle fiamme: chiusa la strada

  • Torna l'ora solare: quando spostare le lancette

  • Torna il maltempo, previsti temporali in tutto il Veneziano

  • Spettacolare inseguimento tra Caorle e San Donà: l'auto si schianta, un arresto

Torna su
VeneziaToday è in caricamento