Il fraticello torna a San Nicolò e con lui il fratino: strategia Lipu per salvare le specie

Nidi e pulcini sono comparsi sulla spiaggia dopo 8 anni di assenza. Merito anche delle sagome di volatili costruite e posizionate dai volontari, che hanno fatto ritornare gli uccelli

Sagome in legno a forma di fraticello, il volatile tradizionalmente presente sulle spiagge del Lido e Pellestrina, costruite e posizionate sulla sabbia dai volontari della Lipu, come strategia per riportare la specie, assente da 8 anni nel territorio, in loco.

L'unione fa la forza

Restringimento della spiaggia, e eccessivo disturbo da parte di persone e cani, hanno rischiato nel tempo di far estinguere la specie del fraticello. Una perdita importante per la sopravvivenza di un altro animale: il fratino. Infatti, il fraticello nidifica in colonie (gruppi) e attacca coraggiosamente qualsiasi predatore si avvicini all’area di nidificazione. In questo modo il fraticello difende anche i nidi e i pulcini del fratino, specie solitaria e indifesa rispetto agli attacchi di cornacchie e gabbiani.

Frat imbeccata1-3

Il progetto

Il team di specialisti della Lipu ha avviato un progetto sperimentale per riportare il fraticello a nidificare nell’Oasi di San Nicolò. All’interno di un ampio recinto posto tra la spiaggia del Pachuka e quella del Paradise Beach, nel tratto più largo e ricco di conchiglie, i volontari hanno posizionato delle sagome di fraticello di loro costruzione per cercar di attirare i fraticelli di passaggio sull’area. Il risultato è stato così perfetto che appena pochi minuti dopo la posa degli “stampi”, i primi fraticelli hanno cominciato a posarsi e in pochi giorni hanno cominciato a deporre le prime uova.

L’esperimento ha funzionato e quest’anno, dopo almeno 8 anni che la specie non nidificava più sulle spiagge del Lido, a San Nicolò si è insediata una colonia di fraticelli composta da quasi trenta coppie. La presenza dei fraticelli ha confermato di essere utile anche per il fratino, con quattro coppie che hanno scelto di nidificare proprio in mezzo a loro. I pulcini di fraticello hanno ricominciato a correre da tutte le parti, con il via vai chiassoso dei genitori che li nutrono con piccoli pesci, o che partono in stormo all’attacco di un gabbiano. Poter vivere accanto a una così preziosa biodiversità sta diventando, grazie anche alla Lipu, e i gestori degli stabilimenti balneari, una caratteristica e un privilegio della spiaggia di San Nicolò.

Potrebbe interessarti

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

  • Bidoni della spazzatura: come fare per averli sempre puliti

  • 5 consigli per favorire il benessere intestinale

I più letti della settimana

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Confermati i domiciliari per Marinica, accusato di aver provocato l'incidente di Jesolo

  • Bambina investita a Cavallino, è grave

  • Malfunzionamento ad un motore: attive le torce del cracking

  • L'asta fallimentare per l'ex Umberto I se l'aggiudica Alì Supermercati

  • Rischia di annegare, soccorso dall'elicottero del Suem in spiaggia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento