menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ditec spa, incontro a Roma per salvare i 90 posti di lavoro a rischio

L'assessore provinciale al Lavoro Paolino D'Anna porterà sul tavolo del ministero dello Sviluppo economico il dossier sulla situazione dell'azienda di Quarto d'Altino

Lunedì 9 gennaio alle 16 a Roma nella sede del ministero dello Sviluppo economico in via Molise 2, l’assessore provinciale al Lavoro Paolino D’Anna parteciperà all’incontro riguardante il futuro dell’azienda Ditec spa di Quarto d’Altino.
 
La Ditec di Quarto d’Altino è un’azienda nota per la realizzazione di porte e cancelli automatici, acquisita nel 2009 dalla multinazionale svedese Assa Abloy. Il 6 dicembre scorso la proprietà ha comunicato ai dipendenti  la volontà di trasferire la produzione in Cina e nella Repubblica Ceca, presentando un piano di ridimensionamento riguardante 90 persone.
 
Nei giorni scorsi sulla Ditec si è espressa la presidente della Provincia di Venezia Francesca Zaccariotto, a difesa dell’occupazione e della qualità del lavoro dell’azienda che è in attivo, e  l’assessore D’Anna ha incontrato nella sede di Mestre al Centro Servizi le organizzazioni sindacali e i dipendenti dell’azienda altinate, per individuare alcune possibili soluzioni e mantenere la produzione della prestigiosa azienda nel territorio veneziano.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      E' stata la volpe. Il responso degli esami sugli animali morti: "Ci sono solo ferite da morso"

    • Cronaca

      Nuovo raid all'oasi di Spinea, ritorno nella notte per "finire il lavoro". Altri animali uccisi

    • Cronaca

      Allarme bomba all'aeroporto di Venezia, ma erano delle canne da pesca

    • Cronaca

      Oltre cento animali massacrati all'oasi di Spinea, in corso indagini dei carabinieri

    Torna su