homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Reyer Venezia - Armani Milano, gara 3 playoff: risultato finale del match

Gli orogranata perdono al Palaverde 80 a 82 e vengono eliminati ai quarti di finale per 3 a 0 dai lombardi, che recuperano nell'ultimo quarto e vincono all'ultima azione con canestro di Hairston

Una Reyer commovente, come spesso le è capitato di essere in questa stagione che rimarrà nella storia del club orogranata. Con un pubblico altrettanto straordinario ad applaudire i propri beniamini subito dopo essere stati eliminati ai quarti di finale per 3 a 0 dall'Armani Milano. Perché ci sono modi e modi di perdere, ma a volte l'amore per una squadra e la passione di una tifoseria superano il discrimine tra una sconfitta e una vittoria. Ecco, stasera la Reyer ha dimostrato che si può uscire da una competizione ma lo si può fare dando una lezione a tutti: sul parquet e sulle tribune.

Alla fine la partita del dentro o fuori con Milano si risolve in un testa a testa finale in cui l'inesperienza ad alti livelli della truppa di coach Mazzon ha giocato un ruolo decisivo. Sull'80 a 80, a 13 secondi dalla sirena un'azione perfetta dei lombardi fa volare Hairston a canestro, portando in paradiso la sua squadra. Ma prima c'è stata tanta splendida Reyer, a sbattersi in difesa, a tentare di sopperire alle proprie manchevolezze fisiche con la voglia, con la "garra", ingabbiando Bourousis, il centrone avversario che tanto ha saputo fare male nei match precedenti, riuscendo a mandare in confusione (per quanto possibile) Hairston e lanciandosi in contropiede quando possibile.

Il pallino per tre quarti, infatti, rimane in mano lagunare. Almeno fino a quando l'Armani non decide di mettersi a giocare come sa, riportandosi a -5 a pochi minuti dalla sirena che avrebbe portato all'ultimo quarto. Ma Venezia resiste, nonostante gli assalti milanesi, continua a macinare punti, sempre con maggiore difficoltà. Encomiabili tutti per quello che hanno messo sul parquet. Poi la trappola: a pochi minuti dal termine la difesa a zona decisa da coach Scariolo bagna le polveri di Clark, Szewczyk e compagni. E inizia la rimonta ospite. Fino ad arrivare al capolinea, in cui è comunque festa Reyer.

 

Reyer Venezia - Armani Milano: 80 a 82

Reyer Venezia: K. Clark 20, T. Slay 15, T. Bowers 6, A. Young 11, G. Rosselli 13, T. Fantoni 4, S. Bryan 2, S. Szewczyk 9

Armani Milano: O. Cook 12, J. Giachetti 10, S. Mancinelli 12, M. Hairston 20, A. Fotsis 8, A. Gentile 11, I. Bourousis 7, N. Melli 2

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Spari nel campo, un bambino ferito al braccio dai pallini di un fucile da caccia

    • Mestre

      Agente fuori servizio sente le urla e placca il ladro: era la seconda rapina in poche ore

    • Cronaca

      Filippo, la disperazione viaggia sui social. Mamma e papà: "Un passo avanti agli altri"

    • Cronaca

      Dipendente infedele ruba motori marini in serie, 9 veneziani denunciati dalla polizia

    I più letti della settimana

    • Non solo Federica Pellegrini: tutti gli atleti veneziani convocati per le Olimpiadi di Rio

    • La Reyer è questione di cuore: controlli gratuiti per chi è considerato "a rischio"

    • Urna europea benevola per la Reyer Venezia, evitato lo Strasburgo in Champions League

    • Colpo grosso della Reyer: arriva Tyrus McGee, miglior cecchino da 3 della serie A

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento